Vietri sul mare tentanto di rubare in due negozi messi in fuga da ragazzi

0

Vietri sul mare .Notte di paura in via Mazzini.Alcuni zingari hanno tentato di rubare in una salumeria e in un bar e sono stati messi in fuga da alcuni ragazzi che tornavano da una serata tra amici. Tre donne e tre uomini, secondo le testimonianze raccolte, avevano già aperto le saracinesche del bar dove puntavano oltre all’incasso delle giornata alle macchinette per videopoker. L ‘altra attività presa di mira è una salumeria dove l’obbiettivo oltre all’incasso, erano gli alimenti presenti nel negozio. Le donne sembra facevano da palo in via Mazzini ed ai negozi, per dare l’allarme nel momento in cui le cose non fossero andate per il verso giusto. I tre uomini, di corporatura esile e scattante, avevano il compito di intrufolarsi all’interno dei negozi dopo aver forzato le saracinesche e di razziare incassi e generi alimentari.La comitiva di ragazzi che stava ritirandosi ha sentito i rumori che provenivano dai locali ed ha dato l’allarme. Ma la banda di ladri è riuscita a scappare. Sul posto sono giunti i Carabinieri della Stazione di Vietri sul Mare guidati dal comandante Gerardo Ferrentino, i Vigili urbani di Vietri comandati dal tenente Giuseppe Masullo, che hanno immediatamente dato inizio alle indagini, raccogliendo le denunce dei titolari dei negozi presi di mira oltre a dati e testimonianze. Alcuni negozi accorsati e le banche che hanno sede in via Mazzini, sono dotati di videocamere per la sorveglianza e la sicurezza, ed è quindi molto probabile che i filmati delle registrazioni vengano posti sotto sequestro per esaminarli. Stupore, incredulità, ma soprattutto rabbia tra i commercianti ed i residenti di via Mezzani per il senso di abbandono da parte delle istituzioni, che essi avvertono. Molti appartamenti sono stati oggetto di furti o tenta furti, oltre ad una ingente quantità di auto e motorini rubati nel corso di questi ultimi due-tre anni. «Siamo abbandonati a noi stessi -dichiara una commerciante – la situazione di via Mezzani è diventata insostenibile. Non esiste che una strada dove sono allocato banche, attività commerciali, mentre le abitazioni, dalle 20 di sera fino al mattino dopo, non vengono controllate». «Ho paura che possa succedere di nuovo -dichiara una delle titolari della salumeria -Sopra il negozio vivono i miei genitori e mia sorella che, molte volte, si ritira tardi. Cosa sarebbe successo se fosse rientrata nell’ora in cui stavano effettuando il tentativo rapina?» «Sono una pensionata e due anni fa sono stata rapinata in casa mentre dormivo -ricorda una residente-da allora la mia vita è cambiata». Antonio Di Giovanni 

Anche se Vietri sul mare fa parte della Costa d’ Amalfi  le news vengono spostante nella sezione  Vietri sul mare Cava de Tirrenti di Positanonews il quotidiano della penisola sorrentina e costiera amalfitana