Sorrento schiamazzi dalla Movida sotto processo il "Beer Bar"

0

Schiamazzi e disturbo della quiete pubblica dei residenti, ci sarà il processo nei confronti dei gestori dell’esercizio commerciale «Beer bar» del centro storico di Sorrento, a via Tasso. I due soci sono entrambi accusati dal pubblico ministero titolare dell’inchiesta della Procura della Repubblica di Torre Annunziata, Antonella Lauri, di aver «abusato» degli strumenti sonori (impianto stereo e televisori) senza impedire gli schiamazzi dei propri avventori, anche in orario serale e notturni, recando dunque disturbo ai residenti che vivono nelle immedia .recando dunque disturbo ai residenti che vivono nelle immediate vicinanze del locale. «Condotta perdurante» viene sottolineato nella citazione a giudizio di cui dovranno rispondere le due persone che gestiscono il bar di Sorrento. In particolare, nell’intricata querelle, spunta anche la posizione di una residente di via Tasso che, nel processo, risulta parte offesa. Rappresentata dall’avvocato Salvatore Miccio, è una dei cittadini che, più volte, ha invocato – anche a colpi di diffide, carte bollate e querele di parte – una vera e propria moderazione nell’attività sonora del bar di Sorrento. Però senza riuscirci Anche da qui sono scattati gli accertamenti fino ad arrivare alla citazione a giudizio per i gestori del locale commerciale. La querelle giudiziaria si aprirà ufficialmente fra qualche mese, a dicembre, presso la sede del Tribunale di Sorrento.

Fonte Metropolis