Piano di Sorrento. Rimpastino in Giunta arriva Cappiello, ora guerra per la successione a Ruggiero

0

Piano di Sorrento. Rimpastino di Ruggiero con Cappiello, guerra per la successione. Ruggiero entra nella storia, come vorrebbe ogni sindaco che si candida per il secondo mandato. Mai nessuno in penisola sorrentina, né in Campania, era stato con una Giunta in carica senza deleghe per più di quattro mesi, lui c’è riuscito. Tutto come secondo le previsioni di Positanonews, già il giorno dopo scrivemmo che lo scopo era quello di far fuori Pasquale d’Aniello, far entrare Tonino Cappiello che scalzava Vincenzo Iaccarino da vicesindaco, mentre Maurizio Gargiulo già aveva deciso di dare il cambio con Daniele Acampora come d’accordo. Fra l’altro di questo avvicendamento se ne parlava già da prima delle elezioni, con risultato scontato già in tasca. Tutto questo tempo serviva per far “cuocere” i propri uomini. Iaccarino ha fatto apparentemente un passo indietro, ma starà già in trincea, difficile pensare che cederà le armi. Le ambizioni, si sa, le hanno anche altri, come Rosa Russo, comandante dei vigili a Massa Lubrense, ma la battaglia si svolgerà probabilmente fra i due, con il terzo incomodo Anna Iaccarino, mente è probabile che Giovanni Iaccarino, come è avvenuto con Maurizio Gargiulo, venga cooptato proprio da Tonino Cappiello che in questi anni ha fatto da grande “regista” della vita politica e ora, con questa operazione, si vuole mettere in gioco un “cappello” alla Giunta Ruggiero per avere un Cappiello nell’albo d’oro dei sindaci. Ruggiero ora, dopo aver perso tutti i treni, aver tentato di diventare candidato unico per le politiche ed aver puntato sul cavallo sbagliato (Orlando invece di Sagristani), dovrà dire addio anche alle ambizioni per la provincia di Napoli e la Regione Campania, ma non crediamo rimanga a guardare…

Lascia una risposta