Cosenza, ciclista travolto e ucciso

0

 ( condensato dal Messaggero) -COSENZA –

 Un ciclista amatoriale, Roberto Leonardo, 52 anni, di Siderno è stato travolto ed ucciso da un pirata della strada sulla strada statale 106, nei pressi di Roccella Ionica. Il ciclista stava percorrendo la statale quando è stato investito dal mezzo che poi lo ha trascinato per alcuni metri. Dopo l’incidente stradale il conducente del mezzo non si è fermato ed ha proseguito la corsa. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che avviato le indagini. L’incidente è avvenuto nei pressi dell’ingresso di un albergo. I carabinieri della Compagnia di Roccella Ionica stanno visionando le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona. E proprio nelle immagini di una delle telecamere si vede un mezzo furgonato bianco che travolge il ciclista e lo trascina per alcuni metri per poi proseguire la corsa senza prestargli soccorso. Gli investigatori ora stanno cercando di individuare il mezzo per poi risalire alla persona che lo guidava.

 Allo sfortunato Roberto, il ciclista rimasto ucciso di Siderno, dedichiamo la Poesia del ciclista, di Renzo Rabboni..

………….Pedala……. Pedala…..              Pedala…….                       ciclista lungo le strade impervie e                          trafficate lungo strade assolate o                          bagnate ….và il ciclista…che tra un                        ciarlar di battute…..o con il fiatone                scatta o controscatta ….colpo su colpo…..               non vuol perdere                    la battuta… e la fatica cerca di mitigare… passa il tempo e così passano                    le ore…. Pedala……       Pedala……                ma non strafare…RICORDATI! la legge della strada non                            perdona…… ingenuo ciclista…guardati               un pò attorno…. non c’è solo la ruota del compagno                          d’avventura non c’è solo il rigo bianco da guardare………… e alza un poco la testa…….. ….rivolgiti con il tuo sguardo               alle meraviglie                     dell’universo. Ammira e contempla le stagioni               al tuo passare……. tra strade assolate……… dolci primavere……. gelidi inverni…….. Pedala…….       Pedala………. ….e rimani al tuo posto ciclista…NON DIMENTICARE!! non essere come chi lungo le strade     affollate e rumorose     ti sfrecciano appresso….. ……non esseri….         ma macchine mortali!! RICORDATI!! NON DIMENTICARE!!…….. …………………………………………………………………….. E vai ciclista!!!              Noi che sudando e tracimando acque  sotto il solleone gelando nei freddi inverni…. godendo nelle dolci primavere… noi che pedalar strada facendo così passiam le ore    passiam il tempo ….tra il ciarlar e   uno scatto… Pedala…   ma usa la testa      su ogni tracciato non strafare…siamo o non                      siamo amanti delle stagioni?! Le stagioni della vita Le stagioni del buon senso Le stagioni del cuore e dell’                        amicizia. Pedala…     Pedala…                amico/a guardati un pò intorno   Qua e là …Una bella ragazza/o …Un universo in fiore …Una fontana d’acqua fresca  così cauti si arriva alla                          meta al traguardo sognato                 agoniato                    sudato… …non più stralunati…          ma cheti    freschi e     amati Pedala…        Pedala…e vai ciclista…   CIAO ROBERTO                         

Renzo Rabboni