Amalfi. Rischia di annegare a Marina Grande, salvato dal bagnino un ragazzo moldavo

0

Da Barbone – 15 giugno 2013. Questo pomeriggio, intorno alle 15.30, sul lato est della Marina Grande di Amalfi un giovane bagnante forestiero, di origine moldava, è stato colto da improvviso malore in mare rischiando l’annegamento. Prontamente soccorso dal bagnino del vicino stabilimento “Mar di Cobalto”, Emanuele Proto, e dal giovane extracomunitario aiutante di spiaggia, che ha anche fatto da interprete, è stato tratto in salvo e trasportato all’ombra dove gli sono state praticate le prime cure del caso dallo staff del “Mar di Cobalto”, in attesa dell’arrivo dell’autoambulanza allertata dal vigile Alfonso Lucibello subito accorso sul posto. Trasportato al Pronto Soccorso, il malcapitato bagnante, nella sventura, è stato, tutto sommato, fortunato perché il malore lo ha colpito abbastanza vicino alla riva, consentendo un immediato intervento dei soccorsi. L’episodio, il primo di questa estate, dimostra ancora una volta l’esigenza di un efficiente servizio di vigilanza sugli arenili della Marina Grande, specie sulle spiagge libere vergognosamente prive di qualsiasi assistenza, a causa della mancata attuazione da parte del Comune del Regolamento delle Spiagge Libere ed Attrezzate, approvato fin dallo scorso anno dal Consiglio Comunale. Ci risulta che in questi giorni avrebbe dovuto essere già attivato, per iniziativa dell’assessore Matteo Bottone, il servizio di vigilanza con l’impiego dell’Associazione di Volontariato Le Aquile, ritardato solo di qualche giorno per piccole incomprensioni con qualche titolare di stabilimento balneare del lato ponente. Auspichiamo che tutto venga risolto al più presto nell’interesse della serenità e della sicurezza di tutti i bagnanti.