Costa amalfitana: stessi problemi da decenni

0

Amalfi, Costiera amalfitana. Ci sono alcuni che si divertono a giocherellare con le situazioni della costa amalfitana. Una volta ci si diverte con il problema dell’ospedale di Castiglione di Ravello, tanto importante, tanto necessario eppure tanto bistrattato (si annuncia il potenziamento dei servizi, poi si tenta di decidere sulla soppressione di essi e così via, senza tenere in conto le tante vite che si salvano ed i tanti interventi risolutori o tampone che vanno tutti a vantaggio dell’utente, sia esso locale o turista, grazie soprattutto al senso di abnegazione del personale tutto). Un’altra volta viene fuori la novella del mare: è inquinato o non è inquinato, è sporco solo superficialmente o totalmente; mettiamo i metrò del mare o ne eliminiamo l’uso tanto si corre sempre ad annullare le cose buone. Usiamo gli spazzamare o dotiamo tutti di un secchiello per la pulizia. Poi entra nel gioco la strada costiera (è triste parlare sempre delle stesse cose) che sembrava sulla buona strada (bisticcio di parole) con l’immissione in servizio degli ausiliari del traffico. Questi bravi lavoratori, sotto il sole-la piogga-il vento, non sono sempre presenti in servizio, perchè – si dice – non ci sono fondi a sufficienza (intanto mentre si scrive c’è un grande ingorgo nel tratto di Minori perchè ieri e oggi gli ausiliari non sono stati in servizio). Ma non si era parlato di potenziamento delle linee marittime? Oppure tutto fa parte di quella boutade elettorale messa in essere da chi arriva in costa, arraffa quanti più voti possibile e scompare? Poi si vanno ad allargare dei tratti che non meritavano alcun intervento urgente. Quando la smetteremo una buona volta di essere presi in giro e quando riusciremo a risolvere le cose solo con la nostra intelligenza e la nostra intraprendenza che non è seconda ad altri? gaspare apicella