Positano entra a far parte del Distretto Turistico Costa d’Amalfi

0

Positano. Nel Consiglio Comunale tenutosi ieri è stato approvato lo statuto e la perimetrazione per la costituzione del Distretto Turistico in esecuzione della legge 106 del 2011, che garantisce “zone a burocrazia zero” e, quindi, opportunità e vantaggi fiscali ai soggetti che ne usufruiscono. L’istituzione dei Distretti ha lo scopo di riqualificare e rilanciare l’offerta turistica a livello nazionale e internazionale, di accrescere lo sviluppo delle aree e dei settori del Distretto, di migliorare l’efficienza nell’organizzazione e nella produzione dei servizi, di assicurare garanzie e certezze giuridiche alle imprese che vi operano con particolare riferimento alle opportunità di investimento, di accesso al credito, di semplificazione e celerità nei rapporti con le pubbliche amministrazioni.

Il Comune di Positano non solo ha aderito alla costituzione del Distretto, ma è entrato a far parte dell’associazione “Distretto Turistico Costa d’Amalfi”, assieme ai comuni di Minori e Vietri sul Mare, dimostrandosi Comune capofila nel credere alle opportunità fornite dalla semplificazione della legge 106. “Entrare a far parte dell’associazione come ente comunale – dichiara il Sindaco Michele De Lucia – è una scelta volta a garantire uno sviluppo socio-economico a tutto il territorio e agli operatori turistici positanesi”. L’amministrazione ha le idee molto chiare: “Lo sviluppo dell’offerta turistica sarà garantito a tutti – aggiunge De Lucia – non ne beneficerà solo il centro di Positano, ma anche tutte le frazioni, per fare in modo che l’intero paese cammini assieme. Inoltre l’introduzione dei nostri sentieri all’interno della perimetrazione del Distretto permetterà anche lo sviluppo di nuove attività”.

Positano ha dimostrato di saper cogliere le opportunità per un continuo miglioramento, nonché di tenere al governo e alla promozione del turismo come sua principale vocazione, scegliendo di assumersi la responsabilità di scendere in campo in prima persona, senza delegare soggetti privati in un settore vitale per l’economia del paese. “Colgo l’occasione – conclude il Sindaco di Positano – per augurare un buon lavoro all’Associazione e al Presidente Andrea Ferraioli”.