Salerno. In ospedale non c’è posto per le cure: il comitato “Pro Stamina Campania” a sostegno di Giovanni Procentese

0

Salerno. Un comitato per la causa del piccolo Giovanni Procentese, il bambino di nove anni affetto da una rara e grave forma di patologia che dev’essere curata attraverso il metodo ‘Stamina’ presso gli Spedali Civili di Brescia. Dove non c’è posto, nonostante la decisione del tribunale di Salerno che aveva accolto il reclamo della famiglia. Deve ritornare a ottobre nella struttura bresciana ma fino ad allora il bambino potrebbe avere seri contraccolpi fisici vista la delicatezza del caso. In prima linea, a supportare la famiglia Procentese (padre e mamma in testa), c’è proprio il neonato comitato Pro Stamina Campania, che da qualche ha tenuto il suo direttivo a via Trento, nel quartiere di Mercatello. Sono tanti i salernitani che hanno ingaggiato questa battaglia in favore del piccolo Giovanni e della sua famiglia. Le pagine e profili Facebook che parlano del bambino sono piene di commenti, parole di solidarietà miste a rabbia. La malattia rarissima, la Niemann-Pick di tipo C. (500 casi in tutto il mondo) che porta alla morte, gli era stata diagnosticata tre anni fa. Giovanni Procentese ha bisogno della ‘Stamina connection”. La tecnica in pratica consiste nel prelevare le cellule staminali mesenchimali dai genitori e iniettarle al bimbo malato per permettere la rigenerazione dei tessuti malati. (re.cro. – Metropolis)

Lascia una risposta