Piano di Sorrento. Rinvio-bis per la nuova giunta

0

Piano di Sorrento. Ancora una volta, quando tutto sembrava fatto, slitta la nomina della nuova giunta da parte del sindaco Giovanni Ruggiero. Piano di Sorrento resta con un esecutivo fantasma. Un fulmine a ciel sereno che ha lasciato tutti spiazzati. Il motivo? A quanto sembra il mal di pancia sorto a Pasquale D’Aniello. L’assessore sembrava in uscita dalla giunta e ha manifestato il suo dissenso a Ruggiero per fare posto al capogruppo di maggioranza Salvatore Cappiello. Non solo D’Aniello, ma anche i suoi fedelissimi in consiglio comunale hanno spinto la fascia tricolore a prendere tempo. Sia chiaro, il primo cittadino potrebbe continuare ad andare avanti per la sua strada fatta di deleghe ad obiettivo, ma da febbraio è cresciuta l’impazienza. Maggioranza e opposizione premono affinché Ruggiero sciolga le riserve e comunichi le deleghe ed il rimpasto. Nei giorni scorsi la richiesta da parte dell’esponente del Partito democratico, Antonio D’Aniello, di fare presto, adesso lo stop inatteso. Si profilava un week-end all’insegna delle novità, ma all’atto pratico non sarà così. Tutto tace. Se Maurizio Gargiulo – delegato al bilancio – è pronto a farsi da parte per lasciare il posto al consigliere Daniele Acampora, gli interrogativi sono sempre aperti sul chi farà posto a Cappiello. Il capogruppo ha detto sì a Ruggiero. Entrerà in giunta, ma la situazione diventa sempre più intricata. Tutto sembrava fatto. Adesso si ritorna a studiare, a incontrarsi a capire. (José Astarita – Metropolis)