Qualcosa si muove a Sorrento

0

 

Vertici e riunioni in queste ultime ore

 

SORRENTO – La sbornia della sconfitta di Prato deve essere accantonata e non bisogna perdere tempo perché i giorni scorrono veloci come un TAV e non si deve incorrere negli errori fatali di un anno fa.

Già in queste ultime ore qualcosa si sta muovendo con delle riunioni che sono in corso in queste ore tra i due copresidenti Franco Ronzi (che rappresenta lo sponsor MSC) e Paolo Durante, nella mattinata di mercoledì 5 giugno hanno tenuto un vertice nella sede napoletana della MSC . Con molta probabilità già per un verso sono state messe in atto, per sommi capi, le strategie e la strada da seguire per la prossima stagione, per poi esporre il tutto nelle altre riunioni che seguiranno in questi giorni, e di cui una potrebbe esserci già in questo weekend con l’amministratore unico D’Angelo. Le decisioni da mettere sul tavolo sono tante ed anche da prendere, sia a livello societario che sui giocatori che sul direttore sportivo. Bisogna vedere che frutto daranno gli incontri con l’amministratore unico Francesco D’Angelo che detiene le quote societarie per il 97% e cosa faranno gli altri dirigenti, poi la questione del direttore sportivo e quella dell’allenatore.  Tutte decisioni che si dovranno prendere in breve tempo, bruciando le tappe. Con molta probabilità l’ex presidente Mario Gambardella sta pensando di accasarsi nei pressi di casa, secondo ‘vox clemens populi’ e forse ci sono altri soci in arrivo. Ma è tutto da verificare, così come per il d.s. Avallone che le sirene dicono di volersi accasarsi alla Salernitana. Da oggi in avanti le voci sono come gli echi che vanno e vengono, ma possiamo dire che qualcosa si muove e bolle in pentola. La cosa importante è che lo sponsor, la MSC, resterà vicino ai colori rossoneri contribuendo come sempre a livello economico, ma anche vedendo insieme al copresidente Durante, nella riunione napoletana che già si è tenuta, quali possono essere le prospettive economiche per la prossima stagione. Poi naturalmente si sarà parlato anche della spinosa questione dello, ‘chiamiamolo così’, stadio Italia, che non può più avere proroghe anche con i costieri in Seconda Divisione. Infatti non bisogna ricordarlo, perché lo sappiamo tutti a memoria, che la proroga della appena passata stagione è stata un caso eccezionale a causa del disguido dei calendari che vedevano giocare in casa, sul terreno del Simonetta Lamberti, sia il Sorrento che la Pro Cavese nelle stesse giornate, più o meno. Non avendo più la proroga di un campo sul quale si possono disputare solo i campionati dilettanti regionali, il sindaco Cuomo e la sua giunta hanno l’obbligo di mettersi subito in moto per portare avanti l’iter del subitaneo restyling, il cui progetto è già da tempo sulla carta ed approvato. Senza avere tentennamenti e senza che ci siano degli ostacoli posti, perché questa vicenda potrebbe mandare all’aria tutto, a poche parole buon intenditori…. Dando subitaneamente un forte e non debole segnale, e forse già qualcuno c’è, su questa vicenda e trovando lo stadio sui cui disputare le gare interne, alla fine non si avranno problemi in beve tempo ad iscrivere la squadra in Lega Pro.

 

GIUSEPPE SPASIANO