Piano di Sorrento. Una task force contro i risarcimenti truffa per incidenti fantasma

0

  Piano di Sorrento. A Piano di Sorrento si cerca l’asso nella manica per cercare di porre un freno alle crescenti richieste di risarcimento danni a causa dei sinistri stradali. La giunta del sindaco Giovanni Ruggiero ha voluto così creare un ufficio ad hoc che dovrà valutare tutte le pratiche. Si tratta di un ufficio legale che dovrà procedere a ricevere e poi smistare tutte le richieste di risarcimento per sinistri stradali ed a valutare la fondatezza dei ricorsi contro il Comune. Un problema quello degli incidenti che sta attanagliando tutte le amministrazioni della costiera. Le strade della terra delle sirene sono ridotte a una groviera. Delle vere e proprie mulattiere. Usura del tempo e anche i continui lavori per la posa delle condutture del gas. Gli incidenti ci sono stati e per tentare di limitare le richieste di rimborsi la scelta di istituire un apposito sportello e di migliorare le condizioni delle strade con nuovo asfalto. L’ufficio legale sarà preposto a provvedere alla ricezione delle richieste di risarcimento ed a trasmetterle all’ufficio tecnico comunale, alla Polizia Municipale, agli eventuali altri uffici comunali interessati, di volta in volta individuati, alla locale stazione dei Carabinieri, alla compagnia assicuratrice ed al broker di assicurazioni. Una scelta che coinvolgerà in pieno anche l’ufficio tecnico. Infatti, una delle fasi prevede l’entrata in campo degli uomini a disposizione dell’ingegnere capo Graziano Maresca. Una volta ricevuta la richiesta di risarcimento si dovrà procedere a esperire gli opportuni accertamenti e rilievi tecnici o fotografi ci, anche coordinandosi con la Polizia Municipale impegnata a redigere apposita relazione evidenziando, qualora ne dovessero ricorrere i presupposti, le ragioni ostative all’accoglimento della domanda. Se spesso nella Pubblica Amministrazione la mano destra non conosce quello che fa la sinistra, a Piano ciò non dovrebbe più accadere. Motivo semplice. Grazie al nuovo ufficio legale ci sarà un coinvolgimento totale. Infatti, Ufficio tecnico e Polizia Municipale saranno fianco a fianco. Gli uomini del comandante dei caschi bianchi Porreca svolgeranno le indagini. Si ascolteranno i testi dei sinistri e dovranno provvedere a raccogliere la documentazione non presentata all’ufficio Legale. Un percorso a tappe non difficile, ma completo. Un iter che dovrebbe concludersi con la scelta da parte del comune di Piano di Sorrento degli incidenti e dei casi da risarcire o quelli per i quali si ricorrerà. Una volta che sarà espletata l’istruttoria della richiesta di risarcimento ogni documentazione sarà inviata alla competente compagnia assicuratrice che dovrà provvedere secondo le proprie competenze a disporre ulteriori accertamenti oppure ad accogliere o respingere le richieste di risarcimenti. Uno degli intoppi nei quali i ricorrenti potrebbero incorrere concerne l’eventualità che per il sinistro emerga la responsabilità di terzi. Se, quindi, a causare l’evento dannoso ci fosse lo zampino di altri responsabili la richiesta verrebbe respinta. (Josè Astarita – Metropolis)

Lascia una risposta