VICO EQUENSE Vescovado, telecamere anti-vandali

0

Vico Equense. Provvedimenti dell’amministrazione Cinque dopo i raid: al via la videosorveglianza. Murales ovunque, fioriere distrutte e sosta selvaggia avevano scatenato le proteste dei residenti. Vandali in azione, murales ovunque, fi oriere distrutte, sosta selvaggia a pochi passi dal sagrato, schiamazzi e problemi di ordine pubblico: nel quartiere Vescovado scoppia la rivolta dei residenti che chiedono interventi urgenti all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Gennaro Cinque. Che, nel corso delle ultime ore, ha deciso di correre ai ripari. Anche sulla scorta di una relazione dal comando di polizia municipale. L’esecutivo ha espresso l’intenzione acquistare delle telecamere di sorveglianza da installare nei punti nevralgici del quartiere Vescovado. Il Comando Polizia Municipale del comune dispone in realtà di un già discreto sistema di videosorveglianza e telecontrollo del territorio, composto da 22 telecamere e da una relativa centrale operativa, con annesso sistema di trasmissione del segnale tramite rete wireless a banda larga e fi bra ottica. È stato infatti dimostrato che la presenza delle telecamere costituisce un effi cace strumento deterrente per scoraggiare atti vandalici nei confronti del patrimonio pubblico. È anche ver , però, che sono state evidenziate al Comando Polizia Municipale evidenti problematiche riguardanti proprio il quartiere Vescovado, zona non coperta dal sistema di videosorveglianza; nel quartiere è situata la Cattedrale dell’Annunziata, che non solo è diventata ormai ritrovo, in orari notturni, di persone poco rispettose del particolare luogo del centro storico, ma che è stata completamente deturpata da scritte di ogni genere. Proprio per questo motivo la giunta comunale ha deciso di affi dare alla ditta Megasystem i lavori di installazione di alcune telecamere avente le stesse caratteristiche di quelle già installate, completa di tutte le apparecchiature necessarie al suo collegamento alla base operativa. Il sito dell’Annunziata, con relativa storica loggiata, costituisce una vera e propria icona della città di Vico Equense e di conseguenza è un dovere civile e morale per tutti i cittadini salvaguardarla. Prima di arrivare a questa decisione, infatti, l’amministrazione comunale, con la sentita partecipazione dell’Associazione Quartiere Vescovado aveva già promosso frequenti assemblee con i residenti della zona attraverso le quali erano state non solo elencate le criticità in ordine di importanza ma anche e soprattutto concordate le azioni necessarie per porre rimedio a quest’ultime: monitoraggio del sito della loggia della Cattedrale tramite videosorveglianza cittadina per scoraggiare e reprimere gli atti di vandalismo; installazione di un dissuasore facilmente rimovibile con chiave per evitare che mezzi non autorizzati accedano al piazzale panoramico e ivi vi sostino per alcuna ragione; manutenzione straordinaria per lavare e coprire i graffiti; manutenzione per riverniciare le inferriate e i muretti del loggiato; installazione di alcune panchine e di arredi di abbellimento urbano come fioriere e vasi, distrutti purtroppo dagli atti di teppismo; posizionamento di contenitori per piccoli rifi uti, asportati per lo stesso motivo. E ancora: effettuazione di ronde giornaliere eseguite da appositi agenti della Polizia Urbana, in grado di toccare tutti i punti sensibili del quartiere in orario opportuno; miglioramento dell’illuminazione di alcuni vicoli e del piazzale panoramico dell’Annunziata.

GIUSEPPE BUONOCORE METROPOLIS