Intercettata lettera sospetta per Obama. Plichi con ricina al sindaco Bloomberg

0

Washington, – Una lettera sospetta indirizzata a Barack Obama è stata intercettata dal Secret Service oggi in un centro di smistamento postale prima che arrivasse alla Casa Bianca. Secondo quanto riportano i media americani, si stanno conducendo test per verificare l’eventuale presenza di ricina all’interno della lettera, che contiene minacce come quelle contenute nelle due lettere indirizzate al sindaco di New York, Michael Bloomberg, che sono risultate positive al test della sostanza altamente tossica. La notizia è stata confermata dal Secret Service con un breve comunicato. Il testo della missiva indirizzata a Obama è identico a quello delle lettere indirizzate al sindaco di New York e all’associazione, che ha sede a Washington, da lui finanziata per sostenere leggi che limitino la diffusione delle armi. “Quello che è contenuto in questa lettera non è niente a paragone di quello che ho in mente per te”, recitano le lettere, secondo quanto hanno reso noto fonti della polizia. Stando a quanto riporta la Nbc le tre lettere sono state inviate dalla Louisiana. In aprile erano state intercettate altre lettere alla ricina negli uffici dove viene smistata la posta della Casa Bianca e del Campidoglio. La Fbi in seguito ha arrestato anche un uomo, un 41enne del Mississippi. (Adnkronos/Ign)