Castellammare sfida Cuomo Pentangelo il PD cerca di riconquistare l´ex feudo rosso

0

Castellammare sfida Cuomo Pentangelo il PD cerca di riconquistare l’ex feudo rosso della Campania Il centrosinistra tenta di riconquistare Castellammare di Stabia ( Napoli ) dopo la pesante sconfitta di 3 anni fa, quando il ciclo di sindaci di sinistra (Catello Polito, Ersilia Salvato e Salvatore Vozza) avviato nel 1993 si interruppe con la vittoria del centrodestra di Luigi Bobbio, ex senatore di An. Partito democratico, Sel, Idv, Partito socialista, Verdi e due liste civiche si affidano a Nicola Cuomo, segretario cittadino del Pd, nipote di Silvio e Antonio Gava, cresciuto nel Movimento giovanile Dc e poi confluito da subito nel Partito popolare, tra i primi in Campania a stringere l’alleanza con il Pds negli anni novanta. Cuomo, avvocato, è stato anche il vincitore delle primarie, che hanno visto votare ben seimila persone, e spera sulla buona affermazione del Pd alle Politiche di febbraio (23,8 % alla Camera) per riportare il centrosinistra alla guida di Palazzo Farnese. Il centrodestra ha fatto scendere in campo Antonio Pentangelo, attuale reggente della Provincia di Napoli, che è stato sindaco a Lettere, piccolo comune dei monti Lattari: suo padre Andrea Pentangelo, sindaco di Lettere dal 1971 al 1985, accoglieva i Gava nella cittadina dei Lattari in occasione delle campagne elettorali della Dc: ora si trova a sfidare suo nipote nella città nella quale ha scelto di vivere. Il Pdl resta il primo partito in città, con il 24,3 per cento raccolto alle elezioni di febbraio. Pentangelo è sostenuto da sette liste: Pdl, Fratelli d’Italia, Nuovo Psi-Noi Sud, Scelta Civica, la civica Uniti per Stabia dell’ex assessore Massimo de Angelis e altre due liste locali: la sua candidatura è in alternativa a quella di Luigi Bobbio, che corre ugualmente con una lista personale e si dice unico interprete del centrodestra: l’amministrazione Bobbio fu sciolta anticipatamente nel novembre scorso per forti contrasti interni e dopo il voto contrario del consiglio comunale sul bilancio presentato da Bobbio. In tutto sono otto gli aspiranti alla guida di Palazzo Farnese, la sede del municipio: oltre a Nicola Cuomo, a Pentangelo e a Bobbio, sono in campo un ex assessore dc, l’ avvocato Salvatore Vitiello, con 5 civiche tra le quali quella del presidente della Juve Stabia Franco Manniello, il Movimento 5 Stelle che candidata il funzionario di banca Vincenzo Amato, il direttore del “Quotidiano della Calabria” Matteo Cosenza (con la civica Liberiamo Stabia), l’architetto Eduardo Melisse (con due civiche) e il dentista Pio Donnarumma sostenuto da una lista. Gli elettori iscritti a votare sono 54.530, distribuiti in 65 sezioni elettorali. Castellammare è il comune con il più alto numero di votanti in provincia di Napoli impegnato nel turno amministrativo. Sono da eleggere il sindaco e 24 consiglieri comunali, sette gli assessori da nominare. In campo ci sono 25 liste: solo dieci sono di partito, le restanti 15 sono formazioni civiche. I candidati sono 620, un vero e proprio esercito. (25 maggio 2013 Ferrara Repubblica)