RAFA BENITEZ RIDISEGNA IL NAPOLI.ECCO CHI POTREBBE ARRIVARE

0

 

Ultime: Oggi il compleanno di Giandomenico Mesto. L’esterno azzurro è nato a Monopoli il 25 maggio del 1982.

 A Mesto vanno gli auguri di tutta la redazione di Positanonews

 

Ultime:Stasera a mezzanotte l’intervista che il Pocho Lavezzi ha rilasciato a Sky,per la rubrica I Signori del Calcio.

Il Pocho parla di Napoli e del Napoli .

Come posso dimenticare la citta’ di Napoli e il calore dei tifosi napoletani.Forse un giorno tornero’, non so quando pero’.

Sono andato via da Napoli perche’ il mio ciclo era finito,il presidente De Laurentiis mi ha accontentato.A Parigi mi trovo bene ma mi manca Napoli.Gli italiani e gli argentini sono molto simili con questo non voglio dire che gli italiani siano migliori dei francesi,ma per come sono io mi sento piu’ vicino agli italiani,i o vado d’accordo con la cultura italiana.Lavezzi parla anche di Mazzarri:Devo ringraziare il mister grazie a lui nell’ultimo anno sono cresciuto molto, ci sentiamo ancora via sms.  Infine, un altro pensiero sul suo passato a Napoli: “La partita più importante che ho giocato col Napoli è stata la finale di Tim Cup, quando abbiamo vinto contro la Juve. Ci ha dato la Coppa Italia, la possibilità di vincere in una città come Napoli dove non si vinceva da tantissimo tempo. Ho vissuto cose importanti in quei cinque anni – ha concluso Lavezzi – ma questa è quella che mi è rimasta di più”.

 

Ultime: L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport,il Napoli ha preso in prestito con diritto di riscatto il portiere Stefanos Kapino di anni 19 dal Panathinakos.Il prestito è di 400mila euro,il riscatto è di due milioni di euro.Al portiere 350 mila euro a stagione.

 Inserito nella prima squadra del Panathinakos  dal 2011,  inizia a giocare titolare a partire dalla sesta giornata di campionato. Termina la difficile stagione con 12 presenze e 13 gol subiti in campionato.

 

Tra i nuovi arrivi ci potrebbe essere Lucas Leiva che insieme a Behrami sara’ il mediano dinanzi alla difesa.Lucas gioca nel Liverpool e Benitez vorrebbe portarlo a Napoli,quindi a questo punto mi chiedo che fine fara’ Gokhan Inler.

Sta nascendo il nuovo Napoli di Rafa Benitez anche se  per la firma si deve aspettare ancora qualche giorno a causa della liberatoria non rilasciata dall’altra societa’,non dimentichiamoci che lo spagnolo è sotto contratto fino al 30 giugno.Il primo nodo da sciogliere è quello relativo a Edinson Cavani,il suo futuro in questo momento è molto incerto,il Napoli sta cercando il suo sostituto,i nomi caldi in questo momento sono quelli di Osvaldo,Dzeko,Burak Yilmaz del Galatasaray che ha una vautazione di 13mln di euro ed un ingaggio da circa 2mln,e Torres,difficile che Torres possa venire a napoli causa l’alto ingaggio quasi 10 milioni di euro l’anno.Comunque il presidente De Laurentiis è pronto a trattenere Cavani e fare altri sacrifici lo ha dichiarato a Sportmediaset da Londra.A breve ci sara’ un incontro tra gli agenti del matador Anelucci e Triulziper cercare di convincere Cavani a restare. Per il reparto arretrato Benitez dovrà decidere se dare l’ok all’arrivo di Mehdi Benatia, da tempo bloccato dal Napoli. I difensori, però, potrebbero essere due. PiaccionoDavide Astori, Jan Vertonghen del Tottenham, Daniel Agger del Liverpool e la new entry Marcos Rojo dello Sporting Lisbona. A breve avremo l’ufficialita’ di Benitez,che vuole un Napoli duttile  capace di giocare con il 4-4-2 e con il 4-2-3-1 nella maggioranza delle partite, ma provando anche altre soluzioni, escludendo però di base la difesa a tre tranne che in casi eccezionali. Il calciatore più duttile tra quelli sui quali si è scatenata la caccia, è Alessio Cerci. Esterno alto nel 4-2-4 di Ventura, più a destra che a sinistra, in un 4-2-3-1 potrebbe giocare a sinistra per accentrarsi e rientrare per ritrovarsi con il piede preferito in posizione di tiro. Ventura, addirittura, in caso di necessita’l’ha schierato come seconda punta, nel 3-5-2, sistema al quale il tecnico è stato costretto in due occasioni per l’indisponibilità di alcuni terzini della sua rosa. Il nuovo Napoli potrà contare su vecchi jolly. Uno di questi, ovviamente, è Marek Hamsik, che con Reja giocava da interno sinistro nel 3-5-2, mentre con Mazzarri è stato uno dei due trequartisti, spostato a destra, per poi ritornare ad essere utilizzato come unico fantasista e infi ne di nuovo a centrocampo alla Reja-maniera. Con Rafa Benitez può essere uno dei tre uomini alle spalle dell’unica punta nel 4-2-3-1, oppure esterno sinistro o mediano (come nella Repubblica Ceca) nel 4-4-2 con compiti offensivi o anche mediano accanto a Behrami con il compito di occuparsi della fase d’impostazione. Insomma, Hamsik potrebbe essere un nuovo Lampard (per come gioca il Chelsea), un po’ più rapido e capace di aggredire gli spazi, ma meno ragionatore. Se dovesse giocare con il 4-4-1-1, che utilizzava a Liverpool, lo spagnolo lo utilizzerebbe nel ruolo di unico trequartista alle spalle della punta, cosa che faceva un calciatore del calibro di Gerrard. Gli altri jolly di Benitez sicuramente saranno gli esterni dell’attuale rosa azzurra. Maggio può giocare terzino o ala, ma è capace di coprire tutta la fascia con un 3-5-2 mazzarriano, dove per anni è stato uno dei migliori calciatori del campionato nell’interpretare la diagonale difensiva. Stesso discorso per Armero: alto o basso riesce ad essere sempre incisivo, anche se da terzino può dare qualcosa in più. Zuniga è ambivalente: destra o sinistra, ormai, non fa differenza. Inoltre, resta in rosa un calciatore come Pandev: trequartista o seconda punta, ma con il compito principale di dettare l’ultimo passaggio, la cosa che riesce a fare con un’impressionante semplicità che spesso ha consentito a Edinson Cavani di esaltarsi. Con Mourinho giocava addirittura esterno, ma non ha più la progressione che aveva qualche anno fa all’Inter e il macedone farebbe molta fatica in partite intense come quelle del campionato di serie A o di Champions League.

 

Pandev  Attaccante o trequartista

 Armero terzino o Ala

 

 Hamsik Mediano o trequartista

  

zuniga terzino o Ala

 

 

  

 

Maggio terzino a Ala