LA JUVE STABIA DOPO BELTRAME CERCA MANUEL GIANDONATO REGISTA DEL CESENA

0

Priorità ai giovani. La strategia della Juve Stabia per la prossima stagione sembra essere delineata. In quest’ottica va inserito l’interessamento per gli attaccanti Stefano Beltrame della Juventus e i sondaggi per Catalano e Di Francesco, due giovani del Pescara che quest’anno hanno esordito in A nel fi nale di campionato. La Juve Stabia, però, vuole sfruttare soprattutto l’asse con la Juventus. Sulla scorta dell’operazione Nocchi fatta l’estate scorsa il direttore sportivo Salvatore Di Somma conta di poter strappare al club bianconero qualche altra promessa. Nel mirino ci sono ancora il portiere della Primavera Branescu e il difensore Tena. La Juventus ha una ‘cantera’ invidiabile e a parte i Primavera di Baroni, vincitori dell’ultima coppa Italia, ce ne sono altri sparsi in B. Uno di questi è Manuel Giandonato, centrocampista che si appresta a tornare a Torino dopo il prestito al Cesena di gennaio. Classe 1991, Giandonato è il classico regista impiegato davanti alla difesa dotato di visione di gioco e capace di smarcare i compagni con lanci precisi. Un calciatore che alla Juve Stabia è mancato dopo la cessione di Genevier a gennaio con Braglia che spesso ha ovviato utilizzando il giovane Doninelli. Cresciuto nel Casoli, Manuel Giandonato è passato alla Juventus all’età di 13 anni quando in bianconero c’erano Ibrahimovic, Vieira, Nedved. Quella che poi fu investita dallo scandalo calciopoli. In Livorno-Juventus del 2010 arriva il debutto in serie A per Giandonato che nella stagione seguente entra nella sfi da dei playoff di Europa League dei bianconeri contro lo Sturm Graz. La sua prima stagione si conclude con quattro presenze in serie A e 2 in Europa League. La dirigenza della Juventus, poi, decide di mandarlo in prestito al Lecce per farlo crescere. Giandonato viene seguito nell’avventura in Salento dal compagno Pasquato. A Lecce, però, Giandonato gioca poco (8 gare) e la squadra a fi ne stagione si ritrova retrocessa in B e poi in Prima Divisione in seguito allo scandalo scommesse. Manuel Giandonato ritorna alla Juventus e viene ceduto in prestito con diritto di riscatto della metà al Vicenza, in serie B. Nel girone d’andata coi vicentini Giandonato disputa 13 gare e segna anche un gol. A gennaio, però, si ritrova ad essere ceduto al Cesena e ancora con la formula del prestito con diritto di riscatto della metà. Coi romagnoli di Bisoli Giandonato colleziona 13 presenze. Una stagione in cui il golden boy scuola Juventus è tornato a giocare con una certa continuità. Giandonato ha una stazza fisica imponente essendo alto 188 cm, una caratteristica non di poco conto per chi conosce le squadre di Piero Braglia che hanno tutte elementi possenti. Il Cesena non sarebbe orientato a riscattare il cartellino di Giandonato che tornerà alla Juventus. A quel punto la Juve Stabia potrebbe intavolare una trattativa per portare il giovane regista alla corte di Piero Braglia sfruttando proprio i buoni rapporti tra le due società.

twitter:@MicheleImparat1

fonte:metropolisweb