Sorrento,il TAR sospende l’accorpamento tra il “Grandi” ed il “Nino Bixio”.

0

Sospeso il provvedimento emanato dalla Giunta Caldoro, esultano docenti e studenti. Una vittoria merito anche del compianto Avvocato Giovanni Antonetti che sulla vicenda ultimamente, come suo solito, si era molto impegnato.

Sorrento –  Il liceo artistico Grandi resta, quindi, autonomo mentre la reggenza sarà curata dal preside della scuola media Tasso di Sorrento. Il ricorso era stato presentato qualche mese fa al Tar da parte dei docenti e studenti, con l’immancabile  sostegno tecnico da parte dell’ Avvocato Giovanni Antonetti, prematuramente scomparso la settimana scorsa. Un vittoria di tutta la popolazione scolastica sorrentina che non si è voluta piegare al provvedimento emanato dalla Regione Campania che prevedeva l’accorpamento del liceo artistico con un istituto tecnico quale è il “Nino Bixio” di Piano di Sorrento. Il Giudice Amministrativo ha inteso applicare la misura cautelare della sospensione di tale provvedimento che scaturisce come conseguenza della Legge varata alcuni anni fa dal Governo di Centrodestra. Legge che stabilisce l’accorpamento ad altre strutture scolastiche degli istituti con meno di cinquecento iscritti. Questo quanto deciso nel dispositivo del Tar, essendoci state in precedenza le indicazioni fornite dalla Provincia di Napoli secondo le quali si prospettava un accorpamento tra il liceo artistico in questione ed il liceo scientifico “Salvemini” di Sorrento, che non sono state minimamente prese in considerazione dalla delibera regionale. Sebbene anche il Salvemini, come molte strutture scolastiche del territorio, lamenta carenze strutturali. Mentre la Regione, senza consultare affatto le istituzioni locali coinvolte, ha disposto un accorpamento senza valutare le reali esigenze locali bensì tenendo presente esclusivamente il raggiungimento del parametro numerico prescritto. 11 Maggio 2013 – salvatorecaccaviello positanonews.

 

In allegato la Sentenza del TAR.

 

 

Lascia una risposta