Gioielliere reagisce a rapinatore e lo uccide. E´ accaduto nel Napoletano, indagano i carabinieri

0

 

10 maggio, 23:28

Un gioielliere ha reagito a un tentativo di rapina e ha ucciso il rapinatore sparando con la propria arma regolarmente detenuta. E’ accaduto ad Arzano, nel Napoletano, in via Napoli 108. Sul fatto indagano i carabinieri della locale tenenza.

Il rapinatore era appena entrato nella gioielleria e aveva intimato al titolare di consegnare l’incasso di giornata. Quest’ultimo, vista la minaccia, ha reagito estraendo la sua pistola e facendo fuoco contro il bandito che è morto poco dopo. Un tentativo di rapina avvenuto a Maddaloni, nel Casertano, soltanto un paio di settimane fa, si concluse con la morte di un carabiniere e, a distanza di una decina di giorni, di uno dei rapinatori.

Si chiamava Pasquale Perrotta, 30 anni, originario di Nola, il rapinatore ucciso. L’uomo, qualche piccolo precedente per droga, si è introdotto intorno alle 19.30 nella gioielleria ‘Il gioiello’ gestita da un 45 enne originario di Casoria (Napoli) e provvisto di regolare porto d’armi. Il rapinatore aveva con sé un’arma giocattolo, priva del tappo rosso, che ha puntato al volto del gioielliere: quest’ ultimo, provvisto di regolare porto d’armi, alla vista dell’arma ha estratto dal bancone la sua pistola e ha sparato un solo proiettile che ha raggiunto il malvivente al cuore causandone la morte dopo pochi minuti. Sembra che Perrotta non avesse complici ad attenderlo fuori dalla gioielleria e che abbia agito da solo.

 

Fonte ANSA  10 maggio, 23:28

 

Inserito da Alberto Del Grosso