Giro d’Italia, la cronometro ischitana alla SKY Procicling. Ora tocca a Sorrento oggi Moser a Sant´Agnello

0

Sotto video e mappa della tappa in penisola sorrentina e costiera amalfitana e Cilento . La nuova maglia rosa è Puccio a Ischia, la carovana è a Sorrento. Procedono gli eventi culturali, con la visita di Moser alla mostra sulla bicicletta al Giardino delle Esperidi

 

 

 

REDAZIONE – Nella cronometro ischitana senza forzare molto si è imposta la squadra britannica della Sky Prociclyng che aveva i pronostici del favore ed ha portato la maglia rosa sulle spalle di Puccio.

La squadra che è sponsorizzata dal magnate delle telecomunicazioni, Rupert Murdoc,  vince con una certa agilità una cronosquadre non facile, nella quale ci sono delle sorprese e degli scivoloni, comunque i distacchi non sono eccessivi ma il percorso ha fatto fuori qualche ciclista illustre. Va bene la Astana con Nibali che tengono botta ed il siciliano è a 14” dalla vetta. Mentre la prima maglia rosa di questa novantaseiesimo giro, Cavendish, cade ed anche la sua squadra che non riesce a battersi per le prime posizioni. Ieri l’inglese della Omega Pharma-Quick Step ha vinto la volata napoletana, battendo Elia Viviani, secondo, ed il francese Nacer Bouhanni, terzo. La frazione si è conclusa con una decina di corridori che si sono giocati la vittoria, dopo che una caduta nel finale aveva spezzato in due il gruppo. Mentre c’era stato un incidente avvenuto a meno di tre chilometri dal traguardo della Rotonda Diaz nel quale sono rimasti coinvolti tra gli altri Gavazzi e Chicchi. 

La tappa è stata caratterizzata dalla lunga fuga dell’australiano della Cannondale Cameron Wurk ripreso dal gruppo ameno di 20 km dall’arrivo.  

Comunque questo Giro d’Italia che è partito soleggiato dopo cinquant’anni da Napoli è stato un grande evento che non solo ha cercato di dare nuova linfa ad una città che è attraversata da problemi atavici, ma di farla vedere con un altro occhio al mondo. Bella la presentazione scenografica delle squadre con il primo cittadino De Magistris che è “orgoglioso che dopo cinquant’anni il giro è ritornato a Napoli e devo ringraziare tutti gli organizzatori che hanno permesso questo”. Mentre l’assessora Tommasiello ribadisce che “è un altro evento che ha coinvolto la città ed ho notato con molto piacere come ha risposto la città. E spesso mi capita di vedere le biciclette sia nella parte collinare che in quella pianeggiante di Napoli”.

Intanto si ci prepara alla terza tappa che partirà da Sorrento ed arriverà a Marina di Ascea dopo 222 chilometri ed attraverserà, dopo un circuito di due giri e mezzo che comprenderà le cittadine costiere di Sorrento, Sant’Agnello, Piano di Sorrento, sia la costiera sorrentina  e poi quella amalfitana. Una tappa che non solo farà vedere le bellezze delle due costiere ma che probabilmente dirà qualcosa di importante per i ciclisti.

 

Francesco Moser al Giardino delle Esperidi

Sul sito della gazzetta potete vedere il percorso ed i  tempi previsti della tappa:

http://www.gazzetta.it/Speciali/Giroditalia/2013/it/tappa.shtml?t=03&lang=it

  La mappa della tappa

 

GIUSEPPE SPASIANO