Sorrento. Domenica in Cattedrale in centinaia ai funerali di Antonetti. "E´ volata in cielo un´anima pura"

0

Sorrento. Domenica alle 11 in Cattedrale i funerali di Antonetti. A darne l’annuncio con un manifesto funebre i familiari: “E’ volata in cielo l’anima pura di Giovanni Antonetti”. La tragedia di venerdì sera, quando l’avvocato Antonetti, coordinatore dell’IDV, paladino per l’ambiente e la legalità, ha perso la vita dal ponte di Seiano a Vico Equense, ha sconvolto l’intera penisola sorrentina. 

In centinaia hanno assistito al funerale, anche Antonio di Pietro. Accanto alla bara, sormontata da una corona di fiori bianchi, c’erano i genitori del giovane avvocato, Giancarlo e Rosaria, il fratello Renato e la fidanzata, Stefania, che avrebbe dovuto sposare il 22 giugno. Don Carmine Giudici nel corso dell’omelia ha ricordato Giogiò, così lo chiamava anche lui, per la sua voglia di legalità e giustizia, il suo slancio appassionato per questa terra, l’amore per Sorrento.

“Non riesco a dire tante parole, la tua era una presenza continua e costante, le tue battaglie piene di entusiasmo, le ‘anteprime’ su ingiustizie varie che mi segnalavi per telefono, sempre sul filo di lana, la tua esuberanza e determinazione mi mancheranno. Eri una persona buona e giusta, un paladino d’altri tempi, ma determinato e combattivo, mi sembravi forte, indistruttibile, una roccia. Non era così. Ma mi sembra ancora di sentirti e di vederti mentre mi guardi con gli occhi accesi dal desiderio di giustizia. Quel senso di giustizia e di equità che ti riconoscevo, tu mi riconoscevi, ci riconoscevamo e ci riconosceremo ancora. Sei stato un eroe, vorrei dirtene tante, ma non ci riesco, sono i tuoi cari, i tuoi familiari, loro che veramente più di ogni altro hanno sofferto il dolore della tua mancanza, che hanno detto ciò che veramente sei: un’anima pura… Non ti dimenticherò mai, e come agli eroi si deve un commiato degno e la tua città te lo ha tributato. Che la terra ti sia lieve”.