Positano. Accusato di rincorrere il vicino con il cemento, imprenditore a processo

0

Positano. Accusato di rincorrere il vicino con il cemento, imprenditore a processo. E’ successo ieri ad Amalfi in Tribunale, un episodio abbastanza sconcertante, secondo le tesi dell’accusa, negate dalla difesa, ed il tutto sarebbe avvenuto a causa di un cancello. Le accuse sono state fatte contro Carandente dall’ingegner Francesco Ricciardelli che ha detto in pubblica udienza: “mi inseguiva con pezzi di cemento…”. Il fatto sarebbe avvenuto mentre si trovava con la moglie a Positano, il  21 agosto 2011 verso le 18, nei pressi della  loro abitazione al Pastiniello”. Una vicenda che ha varie versioni. La parte accusata, infatti, nega la vicenda e contrattacca. Si tratta di contestazioni che nascono da un cancelletto che dà accesso ad un vicolo per le case, soggette anch’esse a procedimenti giudiziari. Ci limitiamo al fatto di cronaca, cioè l’accusa in udienza.