Caserta, carabiniere ucciso Il figlio del vigile da studente a killer per pagare la droga

0

CASERTA – L’anno scorso, più o meno di questi tempi, l’aveva presa di petto la maturità. Aveva detto basta con le perdite di tempo, con le lunghe assenze, con le strigliate dei professori e aveva deciso di farsi valere. E ci era riuscito: un diploma di ragioniere, la sospirata maturità, che andava bene anche se con un anno di ritardo. Neanche dodici mesi dopo, siamo alla cronaca di sabato pomeriggio, all’assurdità di una rapina in gioielleria culminata nell’omicidio del carabiniere Della Ratta. Eccolo Antonio Iazzetta, neanche ventuno anni, piazzato lì al centro del video più cliccato in queste ore, mentre estrae la pistola dai pantaloni, mentre si muove con fare spavaldo, superando il bancone per mettere le mani nei gioielli. Arraffa convinto di aver strappato dalla vita un’altra maturità, questa volta conquistata in strada o comunque lontano dai banchi di scuola. Strana storia quella di Antonio Iazzetta, origini acerrane, giovane incensurato, uno che mai ti avrebbe fatto paura incontrare per strada: è cresciuto in una famiglia dove la legge si rispetta, dove l’esempio dei genitori è sacro, dove libri e giornali non sono merce rara, anzi.

GUARDA IL VIDEO CHOC

di Leandro Del Gaudio IL MATTINO.IT