Flora Beneduce, la smentita dell´avvocato

0

Dichiarazioni e rettifiche ex art. 8 l. 47/48 da pubblicare immediatamente

Con riferimento agli articoli apparsi di recente sul quotidiano da Lei diretto, la presente per informarLa che la d.ssa Flora Beneduce ed il dott. Armando De Rosa hanno dato incarico al sottoscritto di adire le vie legali in ogni sede a tutela della loro immagine e del loro onore nonché per operare le seguenti precisazioni:
Quanto alla vicenda urbanistica cui fa specifico riferimento l’articolo, va detto che i tecnici incaricati da chi gestiva le proprietà familiari ebbero ad operare la manutenzione dell’immobile in perfetta legalità, come agli stessi era stato raccomandato di fare, e come peraltro accertato dalla stessa Magistratura – in cui i miei assistiti ripongono da sempre la massima fiducia – che provvidero a suo tempo a revocare totalmente ogni procedura sanzionatoria sia in sede penale che amministrativa.
Nessuna irregolarità, dunque, sussiste per un fatto oggettivamente di assoluta modestia ed in relazione a lavori di quasi dieci anni addietro.
Quasi inutile poi ribadire quanto a tutti noto ovvero che il dott. Armando De Rosa è stato sempre prosciolto da qualunque addebito in ogni sede giudiziaria, non senza dire anche in questo caso che trattasi di vicende risalenti ad oltre venti anni addietro.
Va da ultimo osservato che l’aver oggi strumentalmente ripescato vicende del tutto infondate quanto vetuste può ben ricollegarsi vuoi alle iniziative dei miei assistititi dirette a tutelare la legalità e l’ambiente nella zona di Seiano, vuoi all’incarico politico-amministrativo meritatamente affidato di recente alla d.ssa Beneduce.
L’insussistenza dei presupposti sul piano giuridico di qualsivoglia invocata sospensione dal consiglio regionale non abbisogna di nessun commento tant’è evidente.
Napoli, 22 aprile 2013

Avv. Alfredo Sorge