L´Aga Khan vuole comprare l´aeroporto di Salerno

0

La Geasar, controllata dal fondo Akfed, presenta un’offerta In corsa ci sono anche Gesac e Corporacion America SALERNO – C’è anche la Geasar, società che controlla lo scalo aereo di Olbia-Costa Smeralda, che fa parte della galassia imprenditoriale dell’Aga Khan, tra i potenziali acquirenti della maggioranza delle azioni dell’aeroporto di Salerno-Costa d’Amalfi. È questa una delle manifestazioni di interesse che sono state recapitate alla sede della società aeroportuale salernitani nell’ambito del bando per la cessione del 65% delle quote azionarie. Un’altra offerta è firmata dalla Gesac, la società di gestione di Capodichino, che aveva tentato nei giorni scorsi di bloccare il bando con un ricorso al Tar. Basandosi su una vecchia delibera della Regione che stabiliva l’affidamento a un gestore unico del traffico aereo regionale. La controversia è ancora in piedi, ma stavolta al Tribunale amministrativo del Lazio. Poi c’è il terzo aspirante: Corporacion America, holding sudamericana con interessi in Italia. LE RAGIONI – L’idea del gruppo dell’Aga Khan, che sta costruendo una rete aeroportuale in Italia, è chiara: raggruppare le aerostazioni a finalità turistica creando una sorta di polo. Analoga la prospettiva di Corporacion America, che in Italia gestisce lo scalo di Trapani e sta puntando su altri aeroporti siciliani, mentre la Gesac punta chiaramente a raggruppare in una sola struttura la gestione del traffico aereo in Campania.

CORRIERE DEL MEZZOGIORNO