COSTA D´AMALFI: DA MINORI UN CANDIDATO PER IL QUIRINALE

0

COSTA D’AMALFI: Dopodomani le camere della repubblica si riuniranno in seduta comune per eleggere il presidente della Repubblica. Da ciò che è emerso in queste ultime settimane c’è ancora molto dibattito intorno al nome da scegliere. Il Popolo della Libertà cerca una figura non ostile, gradirebbe Marcello Pera o Gianni Letta.

Il Partito Democratico è fermo alla candidatura di Prodi oppure di Massimo D’Alema ma potrebbe offrire alla destra anche il nome, piuttosto condiviso, di Giuliano Amato. In calo, dopo le dichiarazioni di Renzi, le quotazioni della Finocchiaro, mentre il nome della Bonino sembra essere uscito di scena.

Con le oramai famose quirinarie, il Movimento 5 stelle, ha oggi ufficializzato la proposta di Milena Gabanelli, giornalista RAI ideatrice e conduttrice di Report. Secondo classificato alle consultazioni online si è piazzato il chirurgo di Emergency Gino Strada, terzo il giurista Stefano Rodotà. Molti nomi quindi, ma molta incertezza.

Eppure c’è un nome che metterebbe tutti d’accordo, ed è quello del maestro Nico D’Auria. E’ un uomo integerrimo, fuori dalla mischia politica, è equilibrato, ragionevole, non è ricattabile. E’ un uomo di cui tutti riconoscono l’integrità morale e la statura etica. Ha spessore artistico ed umano, non si è mai compromesso con lotte politiche radicali ed estremiste.

E’ un bell’uomo, sportivo, elegante, gran lavoratore, cattolico credente, con la battuta sempre pronta a tirare su il morale del paese, indispensabile in un momento complicato come questo. E’ incensurato. Non è stato “milite esente”. Ha esperienza di governo, ha condotto per anni la sua azienda gestendo con grande professionalità elementi di ogni estrazione sociale. Ama le donne, saprebbe dargli un ruolo importante e decisivo nella società civile. Conosce le leggi, quelle del codice civile e penale ma anche quelle della natura.

E’ poliglotta. Spontaneo e forbito nell’eloquio. E’ compatibile alla carica non avendone altre pubbliche. Ed è, infine, disposto a falsificare il suo documento d’identità per attribuirsi un minimo di cinquant’anni, indispensabili per la nomina. Per questa serie di ragioni, sosteniamo la candidatura di Nico D’Auria prossimo presidente della Repubblica e chiediamo a tutti voi, cittadini della costa d’Amalfi, di farlo con noi.

Comunicato ufficiale del Movimento culturale de “Lo Spiaggismo”

Sostieni l’hashtag su twitter: #nicoalquirinale