Massa Lubrense CAMPIONI D´ITALIA! di tiro con la fune

0

Lo scorso anno li nominammo eterni secondi, invece la Lubrensis, domenica 14 aprile, al suo quinto anno di partecipazione ai Campionati Italiani di tiro alla fune centra due titoli in un giorno solo. La prestazione del Torneo Internazionale svoltosi in Olanda a fine febbraio con la conquista di una medaglia di bronzo fu solo un avvertimento. Sì perchè la Lubrensis sta crescendo anno dopo anno in maniera eccezionale, ed i tanti sacrifici a cui vengono sottomessi i ragazzi della squadra Massese finalmente hanno iniziato a fruttare. A Fermo la squadra Partenopea, sempre unica partecipante del sud Italia, è riuscita in un’impresa memorabile e si è dimostrata una spalla superiore al Cobra, Campioni Italiani uscenti di categoria. Il Cobra resta tutt’ora una delle squadre più blasonate sia a livello Nazionale ed Internazionale, ed ora proprio grazie a quest’ultima ed alla Lubensis, il tiro alla fune italiano sta crescendo sempre di più sperando quindi che tra non molto si riuscirà a competere a tutti gli effetti con le squadre più forti del mondo. La Lubrensis ha vinto lo scorso 14 aprile due categorie: 680 kg e 720 kg. Le squadre finaliste erano 7. Si è classificata prima nel girone non perdendo mai una tirata. In semifinale si sono affrontate da un lato Cobra Fermo – Black Bull Camaiore e dall’altro Lubrensis – Santa Vittoria Porto San Giorgio. La finale per il primo posto l’hanno disputata ancora una volta Cobra e Lubrensis, ma questa volta con una differenza, ha Vinto Lubrensis! Già nel girone queste due hanno dato vita ad uno spettacolo entusiasmante e poi hanno continuato in finale. Infatti in finale i Campani hanno perso la prima tirata per somma di falli, ma poi è scattata la rimonta al titolo. I nuovi campioni italiani presenti a Fermo erano: Eugenio Gargiulo, Luigi Terminiello, Aniello D’Esposito, Francesco Vinaccia, Raffaele De Gregorio, Giuseppe Russo, Giovanni De Gregorio, Antonino Cacace, Benedetto De Gregorio, Maurizio Esposito, Michele Gargiulo. Luca Gargiulo, l’allenatore Filippo Saturno ed il Coach Sandro Gargiulo. Il Coach stra felice per il risultato: “siamo saliti a Fermo consapevoli delle nostre forze e dei nostri enormi miglioramenti, però ovviamente non avendo punti di riferimento non puoi fare nessun calcolo. Non stiamo al Top come eravamo in Olanda però adesso i nostri atleti hanno raggiunto comunque uno stato fisico-tecnico altissimo. Il Cobra resta una squadra fortissima e di sicuro ci affronteremo tante altre volte e da loro abbiamo imparato tanto. Ormai abbiamo creato un gruppo fortissimo e soprattutto unito, un gruppo che nonostante faccia uno sport che richiede tantissimi sacrifici senza nessun ritorno economico continua ad allenarsi senza tregua. Crediamo in questo sport e sappiamo già in cosa e quanto possiamo ancora migliorare. Ora aspettiamo la gara in casa di maggio per le restanti due categorie! Grazie a tutti i nostri sponsor ed a tutte le persone che da 5 anni a questa parte hanno sempre creduto in noi e ci hanno sempre sostenuto.” A questo punto non resta che sostenere la Lubrensis di persona nella gara che si farà in casa a maggio. In Bocca al lupo ragazzi!