CASERTANA MAIURI PER NOI QUATTRO FINALI CREDO NELLA RIMONTA.VIDEO

0

 

Tifosi casertani in trasferta a Sassari (7 aprile 2013)

Le emozioni di Sassari e la rabbia per la vittoria non conquistata stanno lasciando spazio al prossimo impegno di campionato che domenica vedrà la Casertana ospitare il Progetto Sant’Elia, compagine sarda che occupa l’ultima posizione in classifica. Ma la ripresa degli allenamenti di ieri, svoltasi sul manto erboso del Pinto, ha riservato una sorpresa, ovvero l’estensione del silenzio stampa anche al tecnico Maiuri, l’unico autorizzato a parlare dopo che ai giocatori rossoblù era stato imposto il divieto di rilasciare interviste all’indomani del deludente pareggio casalingo con la Sarnese. Silenzio che perdurerà fino al termine della stagione così come comunicato dalla società motivando il provvedimento con l’intenzione di «salvaguardare la serenità del team», si legge nella nota diffusa ieri dall’ufficio stampa del club. Il tecnico Maiuri, tuttavia, almeno per la giornata di ieri, si è comunque concesso ai taccuini dei cronisti presenti per parlare della prossima sfida con il Sant’Elia. «La gara di Sassari – dice Maiuri – ormai fa parte del passato. Ora ci aspettano quattro partite, una più importante dell’altra a partire da quella di domenica contro il Progetto Sant’Elia, match che nasconde le sue brave insidie». I sardi sono reduci dalla batosta casalinga (0-4) subita per opera dell’Isola Liri, match che al termine del quale ha fatto registrare le dimissioni del tecnico Bernardino Mereu. Lo stesso Sant’Elia, poi, nella gara di Caserta dovrà fare a meno di quattro giocatori in odore di squalifica. Maiuri non crede ad un avversario in disarmo. «C’è poco da fidarsi – dice il tecnico milanese ma tarantino d’adozione – anche perché il Sant’Elia giocherà nella condizione psicologica di chi non avrà nulla da perdere». Ieri, quindi, la compagine rossoblù ha ripreso a lavorare in vista della gara con il Sant’Elia e per Maiuri si profila una vera e propria emergenza difesa. Contro i sardi, infatti, mancherà certamente D’Alterio, in odore di squalifica per raggiunto limite di cartellini gialli. Ai box Scognamiglio, sceso in precarie condizioni contro la Torres a seguito della frattura al dito mignolo del piede sinistro che, però, continua dargli dei problemi. Fermo anche l’altro difensore Gargiulo, ancora alle prese con noie muscolari alla coscia destra che già lo hanno costretto a dare forfait nel match di Sassari. Si spera di recuperare almeno uno dei due giocatori citati, dal momento che a disposizione di Maiuri nel ruolo di centrale difensivo c’è il solo Pasquale Esposito. Oggi si torna sul sintetico di Marcianise per una seduta mattutina.

Fonte:ilmattino