A Sorrento Pino Imperatore lo scrittore dei comici amico di Siani

0

A Sorrento Pino Imperatore lo scrittore dei comici amico di Siani E’ nato a Milano, ma ha sempre portato Napoli nel cuore. Pino Imperatore, figlio di emigranti partenopei, fondatore del Laboratorio di scrittura comica ed umoristica Achille Campanile e responsabile della sezione scrittura comica del “Premio Massimo Troisi” ritorna con “Bentornati in Casa Esposito”, il libro che sarà presentato sabato 13 aprile, alle ore 18, presso la sala consiliare del Comune di Sorrento. All’incontro prenderanno parte, il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, l’assessore alla cultura Maria Teresa De Angelis, Coordinatore dell’evento sarà il giornalista del quotidiano “Il Mattino” Antonino Siniscalchi, Giuseppina Scognamiglio, Docente di Letteratura Italiana presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi “Federico II” di Napoli, la gastroscrittrice e blogger Angie Cafiero, lo scrittore Gianni Puca, le letture saranno affidate e a Mimmo Cacciapuoti L’evento è promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune di Sorrento in collaborazione con Gli Eventi di Carolina Ciampa ed Angie Cafiero. Il suo primo romanzo, Benvenuti in casa Esposito (Giunti 2012), ha scalato le classifiche grazie al passaparola e ha ottenuto riconoscimenti nei premi «Città di Latiano», «Umberto Domina» e «Giancarlo Siani». Bentornati in casa Esposito La seconda puntata della saga che ha commosso e divertito migliaia di lettori. Prendete un camorrista sfortunato e imbranato. Uno di quelli che più disgraziati non si può. Inseritelo in un contesto familiare allargato: una moglie procace e autoritaria, una figlia ribelle e coraggiosa, un figlio che ama solo i cibi ipercalorici, un suocero guascone, una suocera stizzosa, una vedova d’animo nobile, una nerboruta cameriera ucraina, una coppia di iguane meditans e un coniglietto nano. Sistemate tutti questi personaggi in una palazzina napoletana del rione Sanità. Quello dove è nato il principe della risata Totò, per intenderci. Aggiungete un boss spietato e i suoi scagnozzi, un giovane sacerdote antimafia, una violenta faida di camorra, una campagna elettorale ai limiti dell’assurdo e tanti altri avvincenti episodi. Mescolate con cura, cuocete a fuoco vivo e condite con abbondanti spruzzate di comicità e commozione. Otterrete Bentornati in casa Esposito, secondo scoppiettante capitolo della saga che ha deliziato migliaia di lettori, mostrando gli aspetti più cafoni e ridicoli della malavita. Un romanzo che, rispolverando la grande tradizione umoristica italiana, fa ridere e riflettere. Un modo nuovo di raccontare e denunciare la criminalità. Gli Esposito sono di nuovo tra noi. Bentornati. Uno spaccato divertente e allo stesso tempo crudele della Napoli contemporanea, città dalle mille contraddizioni e dalle tante difficoltà, capace però di non perdere mai la speranza in un futuro migliore.