SALERNITANA E´ CORSA AL NUOVO DS.I NOMI CALDI-FABIANI,STEFANO FIORE,E CARLO SUSINI

0

Angelo Fabiani
L’uomo della B

L’ex diggì, che ha vinto il campionato di C1 con i granata, è corteggiato dall’imprenditore Fedeli che sembra pronto a rilevare il Rieti, ma aspetta solo una chiamata di Lotito.

Stefano Fiore
Oggi al Cosenza

«Essere accostato ai granata mi fa molto piacere – dice Fiore – Significa che il mio lavoro viene apprezzato, nonostante il Cosenza sia una società ancora acerba».

Carlo Susini
È già in società

Non ha il patentino di ds: ma nel caso in cui riuscisse ad ottenere la licenza entro la fine di ottobre, la casella potrebbe essere ricoperta proprio da lui.

I rinforzi in casa. Può essere questo lo slogan della prossima stagione della Salernitana. Il club granata sta pianificando il futuro e vuole potenziare l’organico, valorizzando quello che già si ritrova tra le mani. In tutti i sensi e in tutti i settori. Partendo dallo staff tecnico, fino ad arrivare – naturalmente – al parco calciatori. Nessuno lo dice apertamente, ma nel caso in cui l’avventura di Massimo Mariotto fosse – come pare – ai titoli di coda si è aperta un’autentica corsa per la carica di direttore sportivo del club granata. Fabiani, Stefano Fiore e Carlo Susini sono i primi della lista. Partiamo dalla fine. L’attuale responsabile dell’area tecnica è quasi certo di lavorare ancora all’ombra dell’Arechi. Il punto è la carica. Susini, infatti, non ha il patentino di direttore sportivo, conta di fare il corso a Coverciano il prima possibile (per invito oppure appena viene bandito un nuovo corso), ma sta già lavorando per allestire la squadra del futuro. Nel caso in cui riuscisse ad ottenere la licenza entro la fine di ottobre, la casella di diesse potrebbe essere ricorperta proprio da lui. Un rinforzo in casa, insomma. Già, i rinforzi. A quanto pare, Susini avrebbe già avuto mandato di preparare due progetti per la prossima stagione. Il primo sarebbe architettato per valorizzare principalmente i giovani della Lazio che verrebbero a Salerno per farsi le ossa e certamente con minori reticenze rispetto a quelle mostrate in passato (la Prima divisione ha un altro appeal). Non solo. Forte anche della riforma dellla vecchia serie C, la Salernitana non rieschierebbe praticamente nulla, ma certamente in tal caso non partirebbe tra le favorite per il salto di categoria. Nel caso in cui, gli enfant prodige aquilotti si rivelassero un buon investimento e la squadra stazionasse nelle zone nobili della graduatoria si potrebbe fare qualche sfrozo a gennaio per tentare la terza promozione di fila. Una dei due programmi, dunque, sarebbe di un campionato di assestamento. Altra ipotesi – quella paventata da Lotito previa campagna abbonamenti che tocchi quota 10.mila – una squadra di primo livello che punti direttamente alla serie cadetta. Susini lavora su due tavoli, insomma. Staremo a vedere. Tornando alla carica di direttore sportivo, da più parti è rimbalzato il nome di Stefano Fiore. L’ex centrocampista della Lazio e della Nazionale da un paio di anni è responsabile dell’area tecnica del Cosenza, conosce Lotito e si dice onorato di essere accostato alla Salernitana. «Con Lotito ci siamo solo sfiorati ai tempi della Lazio. Io ero appena andato via (al Valencia ndR) e lui è arrivato dopo qualche giorno. In ogni caso ho un ottimo rapporto con lui. Ci siamo sentiti spesso di recente. Non ci ho mai lavorato, ma lo conosco bene e l’ho incontrato più di una volta». Che sia l’anticamera per l’Arechi? «A onor del vero non c’è nulla – frena – Non posso nascondere, però, che la cosa mi fa enormemente piacere. Significa che il mio lavoro viene apprezzato, nonostante stia lavorando tra mille difficoltà con una società (il Cosenza) ancora acerba che non consce bene le tempistiche del mondo del calcio». Fiore decanta l’Arechi e tesse le lodi della piazza. «Salerno merita ben altri palcoscenici ed un calcio di un certo livello. La squadra ha già tanti nomi importanti ed anche giovani di valore. La Salernitana, grazie anche alla potenzialità di Lotito, sta tornando in fretta nel calcio che conta. Sicuramente sarà protagonista pure l’anno prossimo in prima divisione». Chi ha vinto l’ultimo campionato di serie C1 è Fabiani. L’ex diggì granata si è detto pronto a tornare in sella, è corteggiato dalll’imprenditore capitolino Franco Fedeli che sembra pronto a rilevare il Rieti, ma aspetta soltanto una chiamata da club granata. Come sempre l’ultima parola spetta a lui: Lotito. «L’imperatore Claudio» ha preparato le liste. Tocca ai suoi pretoriani adesso metterle in atto.

fonte:ilmattino

Fabio Cannavaro addio al calcio.Si giochera’al San Paolo il 13 Maggio

E-mailStampaPDF
Fabio Cannavaro, capitano dell Nazionale campione del mondo a Berlino nel 2006, ha deciso di giocare al San Paolo – il suo primo stadio da professionista – la partita d’addio al calcio. L’incasso della serata (ipotizzata dagli organizzatori la data del 13 maggio) sarà devoluto alla Città della Scienza. «I campioni del calcio mondiale per Napoli e per la città della Scienza. Il Comune…

Leggi tutto…

Luis Cavani papa’ di Edinson all’attacco

E-mailStampaPDF
Luis Cavani il papa’di Edinson dieci giorni fa aveva dato le percentuali sulle possibilita’ di un trasferimento di Edinson al Real Madrid, al 50%mio figlio sara’ del  Real.Ovviamente non dipende soltanto da lui, bisognerà verificare le intenzioni del presidente De Laurentiis e trattare con lui non è mai facile», aveva detto Luis Cavani, il papà del campione del Napoli. Adesso don Luis…

Leggi tutto…

De Laurentiis ha scelto è Ciro Immobile il Jolly per la Champions

E-mailStampaPDF
A De Laurentiis piace tantissimo Ciro Immobile..

Fu Ciro Ferrara,all’epoca al settore giovanile della Juve,a sollecitare l’acquisto di Ciro Immobile che avvenne nel 2008.Gli era stato segnalato da alcuni osservatori di fiducia nel Sorrento dove l’attaccante torrese nel torneo Allievi nazionali aveva realizzato 30 gol in una sola stagione.In bianconero Immobile contribui’ subito alla vittoria…

Leggi tutto…

La Roma boccia Walter Mazzarri come allenatore per la prossima stagione

E-mailStampaPDF

 

Secondo l’edizione odierna del Messaggero la Roma boccia Walter Mazzarri come allenatore per la prossima stagione

Per Blerim Dzemaili richieste dalla Bundesliga

E-mailStampaPDF
Secondo l’edizione odierna di Repubblica,non sara’ solo il Matador Cavani a lasciare Napoli ma anche un altro azzurro che contro il Toro ha segnato tre gol bellissimi mettendo in difficolta’ Mazzarri.Si sara’ proprio Blerim Dzemaili a lasciare Napoli richieste soprattutto dalla Bundesliga.Sara’ difficile adesso far cambiare idea al centrocampista svizzero che cerca un posto da titolare,forse…