AVELLINO VENERDI A GUBBIO CON NOVITA´ DI FORMAZIONE

0
4

 Pasquetta sul prato del Partenio-Lombardi per l’Avellino che ha ripresa la preparazione in vista dell’anticipo di venerdì sera a Gubbio. Ai margini del gruppo ha lavorato solo il capitano Francesco Millesi che si è sottoposto ad una ecografia per valutare il malanno muscolare che accusa alla coscia destra dal dopo Nocerina. Gli esami hanno scongiurato strappi, ma confermato la presenza di una elongazione che, logicamente, presuppone prudenza negli allenamenti e nell’eventuale impiego in partita. Secondo i medici il calciatore siciliano potrebbe anche aggregarsi al gruppo tra giovedì e venerdì, ma Massimo Rastelli ha già lasciato intendere che difficilmente lo rischierà per la trasferta di Gubbio. In Umbria, quindi, il trainer di Pompei si ritroverà con alle prese una piccola emergenza in difesa e a centrocampo. I dubbi sugli eventuali sostituti, tuttavia, riguardano solo la mediana dove al posto di Millesi potrebbe essere rilanciato Angiulli o Massimo con il conseguenziale spostamento di Arini nel ruolo di interno. Diversamente bisognerebbe pensare ad un improbabile cambio del modulo che Rastelli non sembra intenzionato ad attuare perché sarebbe chiamato a sacrificare un attaccante, tra De Angelis e Biancolino, per rilanciare Bariti o Catania dal primo minuto. In difesa, invece, ogni scelta appare scontata dal momento che davanti a Di Masi, con Zappacosta a destra e Pezzella a sinistra, nel cuore della retroguardia ci saranno Fabbro e Zullo. Per l’ex centrale di Benevento e Como sarà l’esordio assoluto in campionato dal momento che i lupi saranno privi di Izzo, appiedato per un turno, e di Giosa sui cui si è abbattuta la mannaia del giudice sportivo con cinque giornate di squalifica. A tal proposito va detto che il segretario Tommaso Aloisi e l’avvocato Eduardo Chiacchio presenteranno questa mattina il ricorso d’urgenza alla Disciplinare per chiedere una riduzione della squalifica o, addirittura, l’annullamento sia per Giosa che per Rastelli. Poche, tuttavia, sono le speranze che in sede di Appello si riescano ad ottenere sconti sostanziali malgrado la società abbia acquisito una serie di immagini girate dalle telecamere posizionate in tribuna Terminio allo scopo di far comprendere l’equivoco alla base della squalifica. Assistente ed arbitro, infatti, secondo la versione fornita dai protagonisti che erano in panchina, avrebbero scambiato il difensore per Dario Rossi, allenatore in seconda che sarebbe stato autore delle proteste dopo la mancata espulsione di Chiosa per fallo da ultimo uomo su Biancolino. Tutto ciò malgrado, come da regolamento, si sa già che le prove televisive non potranno essere prese in considerazione dai giudici. Già domani, tuttavia, è attesa la risposta della Disciplinare da cui l’Avellino spera di ottenere almeno una riduzione di due giornate per Antonello Giosa e di una per Massimo Rastelli che, in questo caso, potrebbe andare in panchina nel big match della prossima settimana a Latina. Nel frattempo la tifoseria è da giorni mobilitata per seguire in massa la squadra al «Barbetti» grazie all’escamotage del «porta un amico allo stadio» che consentirà ai non tesserati di essere presenti sugli spalti. Già cinque i pullman bloccati dalla Curva Sud che da questa mattina raccoglierà le adesioni. Tanti saranno anche coloro i quali partiranno con auto e torpedoni dalla Provincia. A loro, come sempre, si uniranno gli «Irpini del Nord» che quest’anno non hanno mai fatto mancare il loro apporto nelle trasferte. L’obiettivo della tifoseria è quello di ripetere il mini esodo di Perugia con almeno un migliaio di sostenitori sugli spalti.

fonte.ilmattino

Il Matador raggiunge Altafini.Jose’ contento per lui rimanga al Napoli per superare Diego

E-mailStampaPDF
Edinson Cavani raggiunge al quarto posto dei bomber azzurri di tutti i tempi a 97 gol Jose’ Altafini. «Sinceramente a queste cose non guardo molto. Comunque sono contento per Cavani, gli faccio i miei complimenti: è l’attaccante più forte del campionato italiano e tra i più bravi in assoluto a livello europeo. Un grande calciatore sotto tutti i punti di vista, un attaccante completo»…

Leggi tutto…

Napoli pronta l’offerta per Leandro Damiao.sara’ il sostituto di Cavani

E-mailStampaPDF
Secondo l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport l’attaccante che sostituira’ Edinson Cavani sara’Leandro Damiao,il Napoli ha fatto grandi passi in avanti per portare l’attaccante dell’Internacional di Porto Alegre all’ombra del vesuvio.

Legate a doppio filo le posizioni di Edu Vargas e Fernando.Il cileno dato in prestito al Gremio a gennaio dovra’ riscattarlo per otto milioni di…

Leggi tutto…

L’ultima vittoria esterna del Napoli a Parma 60 giorni fa

E-mailStampaPDF
Sono 60 i giorni che separavano il Napoli  entrato in campo a Torino dall’ultima vittoria esterna,ottenuta a Parma il 29 gennaio scorso,quando gli azzurri si imposero nel finale per 2-1,con la rete del Matador Cavani.Al Tardini anche l’ultimo gol fuori casa del Matador.

I gol segnati dal Napoli nelle quindici trasferte sin qui giocate sono 21:hanno fatto meglio degli azzurri la Roma,la…

Leggi tutto…

Bronzetti Cavani non andra’ al Real è una bufala

E-mailStampaPDF
Ernesto Bronzetti, esperto di affari spagnoli, agente Fifa, consulente del Real nell’edizione odierna del mattino parla di Cavani «Lui a Madrid? È una bufala. Non c’è nulla di vero. Il mio amico Florentino non pagherà mai una clausola di 70 milioni di euro per averlo. E Aurelio non concederà sconti a nessuno per il suo asso». Eppure il papà di Edi si dice quasi sicuro? «Che ci sia…

Leggi tutto…

Edinson Cavani è iniziata la sfida.

E-mailStampaPDF
Diego Armando Maradona ha segnato 115 reti nelle sue 259 presenze azzurre. È stato l’unico partenopeo a vincere il titolo dei cannonieri 

Sallustro ha realizzato 107 reti in 260 presenze con il Napoli. Sallustro ha segnato anche un gol nella Coppa dell’Europa Centrale

Vojak ha 190 presenze e 103 realizzazioni a Napoli. In azzurro dal 1929 al 1935, ha giocato anche con Lazio, Juve…

Leggi tutto…

Torino Napoli bloccare Cerci per vincere

E-mailStampaPDF
«Sarà dura ma vinciamo noi». Il plurale usato da Giovanni Francini svela chiaramente le sue tendenze: ex granata ed ex azzurro, un recente passato da procuratore. Con il Napoli ha conquistato scudetto, coppa Uefa e Supercoppa italiana. «Il Toro gioca bene, non so se merita la classifica che occupa, se si trovasse qualche posizione più avanti non sarebbe male. Il Napoli è più forte, sta…

Leggi tutto…

Un Toro tutto napoletano da Coppola a D’Ambrosio

E-mailStampaPDF
Ci sono quattro calciatori  nati tra Napoli e la provincia che stanno vivendo (chi da protagonista e chi meno) la stagione del ritorno del Torino in serie A. Protagonista è sicuramente Danilo D’Ambrosio che da esterno destro di difesa ha giocato 21 volte, segnando i suoi primi due gol nella massima serie e indossando spesso la fascia di capitano. Danilo è nato a Caivano nel 1988, suo…

Leggi tutto…

Torino Napoli match trasmesso in tutto il mondo

E-mailStampaPDF

 

Torino-Napoli sarà un evento trasmesso in tutto il mondo. Ben trentasei broadcasting produrranno la visione del match in più di 350 Paesi: dall’Europa all’America e Sudamerica, dal Giappone all’Australia, dalla Cina agli Stati arabi.

Torino Napoli.Dirige il match Antonio Danilo Giannoccaro

E-mailStampaPDF
Antonio Danilo Giannoccaro dirige Torino-Napoli; con lui gli assistenti Preti e Galloni, quarto uomo Viazzi, arbitri d’area Damato e Gervasoni. Giannoccaro, 42 anni ad agosto, determinato e intransigente, è imprenditore agricolo gestendo in prima persona l’azienda di famiglia. Arbitro esperto e navigato, è alla sua decima e ultima stagione alla Can. Quest’anno vanta 14 presenze, in…

Leggi tutto…

Antonio Rosati titolare,riscatto a tutti i costi

E-mailStampaPDF
E’ il giorno di Rosati,sfortunato non poco quest’anno con il Napoli.Stasera a Torino dovra’ dimostrare tutta la sua classe e allontanarsi da quella fatalita’, destino, disgrazie altrui da sfruttare con rabbia e determinazione (e anche, forse, con un pizzico di cinismo). Da qualsiasi angolazione la si guardi, la situazione per Antonio Rosati non cambia di una virgola: che sia affranto per…


 

Lascia una risposta