Castellammare tragedia di Pasqua a Pozzano voleva parcheggiare viene accoltellato

0

Castellammare sangue a Pozzano uomo accoltellato a Pasqua  Una lite scoppiata la sera di Pasqua. Un coltello che sbuca all’improvviso e poi una corsa all’ospedale per evitare il peggio. Tutto avviene in pochi minuti sulla Panoramica a Castellammare. Un tratto di strada che soprattutto durante le serate di festa diventa un inferno di auto. Certo non un posto isolato. Ora l’ambulante che ha colpito un uomo di Napoli fermatosi lì deve rispondere dell’accusa di tentato omicidio. Operata nella notte la vittima ha superato il peggio. I carabinieri, impegnati da subito nella ricostruzione di quanto avvenuto, hanno sottoposto a fermo Mario Cioffi, di 51 anni, residente a gragnano, venditore ambulante. A scatenare la furia dell’ambulante un banale litigio innescato da motivi di viabilità. Ieri sera, su via Panoramica all’altezza dell’incrocio con Pozzano, Salvatore Terminiello, 60 anni, residente a melito di napoli, pensionato, al culmine di una lite per futili motivi di viabilità, veniva colpito all’addome con un coltello da un uomo che si subito si dava alla fuga a bordo di un furgone adibito al confezionamento e vendita di generi alimentari. Alla scena hanno assistito in tanti che stavano andando o tornando dalla Penisola sorrentina. I militari dell’arma hanno subito avviato le indagini e dalle dichiarazioni rese da testimoni che hanno assistito al fatto, hanno capito che dietro quella scia di sangue c’era Mario Cioffi. Da lì le ricerche durante anche poco, considerato che Cioffi si era semplicemente rifugiato a casa sua. La vittima, soccorsa e condotta al San Leonardo, è stata medicata per una “ferita da punta e taglio all’ipocondrio sx con sospetta perforazione di organi interni” ed è stato sottoposto ad intervento chirurgico, tenendo riservata la prognosi, non in pericolo di vita.

Mariella Parmendola per Metropolis