Emergenza sicurezza, Salerno blindata Ma nel week end troppe risse e rapine

0

 

Si cerca tra un gruppo di giovanissimi l’autore dell’agguato al 21enne ferito con quattro colpi di pistola SALERNO – L’emergenza sicurezza a Salerno è oramai questione primaria. Dopo l’accoltellamento dei giovani a piazza della Concordia e la sparatoria a Pastena – con il ferimento di un 21enne – anche il week end è trascorso con qualche sussulto. Prima la rapina a una noto tabaccaio del centro storico, in una traversa di via Mercanti venerdì sera alle 21 tra migliaia di passanti che concludevano la serata per le strade del capoluogo, poi ieri notte una maxi rissa in piena movida. A conferma che Salerno, oramai, non è più città sicura. LA REAZIONE – La prima risposta è arrivata dalle forze dell’ordine che per tutto il fine settimana hanno presidiato la città con grande presenza di uomini e mezzi. Ma, evidentemente, ancora non basta. Numerose le chiamate alle centrali operative e interventi soprattutto nella movida con troppi ubriachi in azione. Addirittura uno stava trascorrendo la nottata a danneggiare le autovetture in piazza Sedile del campo. INDAGINI SULLA SPARATORIA – Intanto migliorano le condizioni del giovane ferito a via Rocco Cocchia, Carmine Ferraioli, che dopo l’intervento chirurgico è in ripresa nonostante le condizioni siano ancora gravi. I carabinieri, che stanno seguendo le indagini, hanno effettuato una prova stub su un sedicenne mentre una decina di ragazzi sono stati interrogati. Potrebbero esserci questioni personali alla base del regolamento di conti.

FONTE CORRIERE DEL MEZZOGIORNO