Crisi dei trasporti in Costa d´Amalfi. La Conferenza dei Sindaci chiede l´intervento della Regione

0

Non sembra aver prodotto significativi risultati la Conferenza dei sindaci della Costa d’Amalfi, che si è tenuta a Maiori, presso Palazzo Mezzacapo, lo scorso lunedì. La riunione, in cui si sarebbe dovuta trovare la migliore soluzione per diversi problemi come i trasporti, la sanità e i rifiuti, era stata annunciata dallo stesso Presidente e sindaco di Maiori, Antonio della Pietra, fiducioso nel voler presentare le valide proposte elaborate dai primi cittadini. Ciononostante, la conferenza si è incentrata solo sul più attuale dei problemi, quello dei trasporti e della crisi legata all’azienda Sita Sud ,che rischia di mettere a repentaglio l’imminente stagione turistica. Il primo a prendere la parola è stato Luigi Mansi, Sindaco di Scala, che ha riassunto le problematiche che lo scorso febbraio determinarono uno sciopero dei dipendenti Sita, con il conseguente blocco del servizio e i sensibili disagi all’utenza. Anche l’assessore provinciale Matteo Bottone è intervenuto in merito, riferendo che la Provincia di Salerno ha imposto alla società Sita Sud gli obblighi di servizio pubblico e ha preso atto del decreto di giunta n. 611 del 19.10.2012, che autorizza l’azienda ad applicare nuovi titoli di viaggio. E a preoccupare i sindaci della Costa d’Amalfi, sono proprio i possibili tagli chilometrici e il conseguente aumento delle tariffe. Per questo Antonio Della Pietra, preso atto dei vari interventi, ha fatto appello all’Assessore ai Trasporti della Provincia di Salerno, affinché mantenga fede all’impegno di non operare tagli ai servizi in Costiera Amalfitana, in quanto la Società Sita è attualmente l’unico vettore che garantisce il trasporto pubblico e tenendo altresì presente la vicina riapertura della stagione turistica. Infine la Conferenza dei Sindaci ha deciso di invitare a breve al tavolo l’Assessore Regionale ai Trasporti, On.le Vetrella, affinché con la prossima programmazione del trasporto pubblico locale, a partire dal mese di luglio, si impegni a garantire in Costa d’Amalfi un efficiente servizio di trasporto, che sia al centro delle politiche economiche della popolazione residente e dei turisti. L.L.