Napoli. 17 marzo 2013 Contromanifestazione sull´unità d´Italia

0

 Un articolo apparso oggi sull’agenzia di stampa ABCnews Europa, scritto da  Stefano Surace, giornalista, scrittore, maestro dell’arte marziale Ju-Jitsu, decorato dall’ allora presidente della Repubblica francese Jacques Chirac “per i meriti di giornalista, di maestro di Arti Marziali di rinomanza mondiale, di educatore di giovani e di creatore di campioni”. Vive tra Napoli e Parigi, dove ancora lavora sia nell’ambito giornalistico che nella disciplina marziale. Vi pubblico l’articolo quasi integrale che è apparso sull’agenzia francese ABCnews.

 

Napoli. I meridionalisti autentici si coalizzano contro questo Stato criminale cosiddetto italiano 

... che da oltre 150 anni distrugge Napoli e il Sud

ABCnews, proseguendo nella sua inchiesta su meridionalisti veri e fasulli, è lieta di segnalare che numerosi gruppi meridionalisti, che operavano finora ognuno per proprio conto, sono entrati nell’ordine di idee di coalizzarsi, moltiplicando in tal modo la loro efficacia. 

Così nei giorni scorsi gli esponenti di numerosi di questi gruppi si sono riuniti più volte a Napoli, in via Domenico di Gravina a Materdei, nella sede di Nazione Napolitana Indipendente e del Partito Secessionista dell’Italia Meridionale, per concordare appunto una serie di azioni comuni.

Fra l’altro hanno deciso di organizzare per il prossimo 17 marzo  – 153o  anniversario funesto della proclamazione illegale dello Stato cosiddetto italiano – una manifestazione di rigetto di questo Stato, in pieno centro di Napoli, capitale dell’ex Regno delle Due Sicilie. 

Con la partecipazione – oltre appunto a Nazione Napolitana Indipendente e al Partito Secessionista dell’Italia Meridionale – di Unione Mediterranea, Comitati Due Sicilie, Italia Prima, Governo Provvisorio per la Liberazione dell’Italia Meridionale, Parlamento delle Due Sicilie, Sud Indipendente, Insorgenza Civile, Il Brigante, Movimento Meridionale, Insieme per la Rinascita, Meridionalisti democratici…  e ci scusiamo se ne dimentichiamo.

Questa manifestazione ne segue del resto altre comuni, per esempio, la campagna di esortazione a non votare nelle recenti elezioni – appunto per non legittimare questo Stato parassita – intrapresa concordemente da numerosi di questi movimenti.

E che ha avuto pieno successo visto l’alta percentuale che si è verificata a Sud di astensioni dal voto, di schede bianche e di voti confluiti come voti di protesta su Grillo.

Stefano Surace

 

 

  

 

 

 

Lascia una risposta