BENEVENTO TRASFORMATO DA CARBONI.INTITOLARE UN SETTORE DELLO STADIO A CARMELO IMBRIANI

0

Il cambio di marcia non è visibile solo a occhio nudo, ma lo si legge anche nei numeri. Il Benevento di Carboni ha collezionato 5 vittorie e un pari in 6 gare, conquistando 16 punti sui 18 a disposizione. La svolta è arrivata anche grazie ai sigilli piazzati dinanzi alla porta di Gori. Quella giallorossa, da difesa colabrodo, con 21 reti incassate nelle prime 17 partite (media 1,23), è diventata impenetrabile con soli 2 gol subiti negli ultimi 6 match (media 0,33). Un’inversione che la dice lunga su quanto sia risultato determinante Carboni non solo sull’organizzazione tattica, ma anche e soprattutto sulla psiche dei giocatori. Che, a parte Espinal (utilizzato finora col contagocce) e Marotta, sono gli stessi su cui potevano contare Martinez prima e Ugolotti poi. Carboni non ha adoperato alcun artifizio, né è dotato di bacchetta magica: il tecnico è stato semplicemente in grado di comprendere, nel giro di qualche settimana, quale fossero i mali che affliggevano il Benevento e quali cure adottare per consentire alla squadra di esprimere al massimo il proprio potenziale. Il primo passo è stato quello di riportare la serenità nello spogliatoio che era diventato quasi una polveriera. Nonostante si sia ritrovato davanti un gruppo foltissimo, ha parlato col cuore in mano a ogni singolo atleta, bandendo ogni equivoco e facendo sentire importante ciascuno per quello che realmente valeva. «Ho bisogno di tutti» ha detto sin dal suo arrivo e ad oggi, dopo circa due mesi, non passa giorno che non lo ribadisca con insistenza. Poi, una volta recuperato il clima di tranquillità e avendo ottenuto una sorta di apertura mentale da parte dei calciatori, ha iniziato ad agire sulla mentalità, sull’interpretazione delle garee ed in particolare sull’atteggiamento da tenere in campo e negli allenamenti. Ha lavorato molto sulla consapevolezza, facendo sentire ognuno partecipe del progetto e decisivo per raggiungere l’obiettivo. Col gruppo che ha ripreso a credere nei propri mezzi, la squadra ha guadagnato in quantità e qualità. Carboni non ha trascurato neppure la coesione e la compattezza dello spogliatoio, ricavando un maggior equilibrio e una migliore intesa tra i reparti. Ha riscoperto la propensione al sacrificio e la combattività di Germinale, la freschezza atletica e il senso di responsabilità di D’Anna, la diligenza e la fisicità di Anaclerio, giocatori che con Ugolotti erano finiti nel dimenticatoio, quasi messi da parte. Ha innestato perfettamente nei meccanismi tattici Marotta, uno che non si risparmia mai. Sta cercando gradualmente di far inserire Espinal nonostante qualche fisiologica difficoltà, ha capito come prendere Signorini che è un talento puro ma va seguito e incoraggiato. 
Intanto la ripresa degli allenamenti è prevista nel pomeriggio, ore 14.30, sempre a Paduli. Domani, invece, nella riunione della commissione comunale Sport, presieduta dal nuovo presidente Giuseppe Zollo, si discuterà la proposta di intitolare un settore dello stadio a Carmelo Imbriani.

Fonte:ilmattino

Napoli troppi errori in difesa.Maggio e Zuniga non fanno la differenza.Inler potrebbe giocare in B

E-mailStampaPDF
Napoli in piena crisi,in questa parte finale del campionato,mancano dieci partite alla fine sono venuti a mancare gli uomini migliori.Lo stesso Hamsik non gioca piu’ bene,Cavani sembra essersi perso e non parliamo di Inler.Maggio e Zuniga non fanno la differenza.

Il Napoli parte malissimo: subisce il gol di Dramè. Poi produce uno dei suoi guizzi negli spazi sull’asse Hamsik (lancio da…

Leggi tutto…

Giovanni Galli.il Napoli avrebbe potuto lottare per lo scudetto

E-mailStampaPDF
Giovanni Galli, ex portiere di Napoli e Milan, non mi aspettavo minimamente che il Napoli potesse avere un calo cosi vistoso  lo dice, chiaramente. «Ho sempre sostenuto che il Napoli poteva lottare fino all’ultima giornata per lo scudetto. Sono rimasto sorpreso da questo calo degli azzurri nelle ultime partite».
Quali le motivazioni?
«Diverse, ovviamente. Quando c’è un calo di una…

Leggi tutto…

Napoli in piena crisi.Il secondo posto vale trenta milioni

E-mailStampaPDF
Per il Napoli il secondo posto vale trenta milioni

Il Napoli è in piena crisi

Diversi uomini chiave in difficoltà. L’appannamento di Cavani innanzitutto ma non solo. Il Matador non segna da otto partite e rappresenta lo specchio fedele della crisi. Ma in difficoltà ci sono altri uomini chiave con lo stesso Hamsik a corrente alternata e non decisivo come lo è stato per buona parte…

Leggi tutto…

De Laurentiis e il problema Mazzarri.Contattato Pioli

E-mailStampaPDF
Il 30 giugno 2013 scade ufficialmente il contratto di Walter Mazzarri ,ma la data per decidere la permanenza di mazzarri al Napoli sara’ il 20 Maggio

La crisi di Cavani e una media punti preoccupante: si prova a blindare la Champions. De Laurentiis parla al gruppo Cannavaro rientra Maggio e Inler sono sotto esame

A dieci giornate dalla fine del campionato Mazzarri non ha ancora deciso se…

Leggi tutto…

Mazzarri contro il Chievo voglio il massimo.

E-mailStampaPDF
Mazzarri contro il Chievo vuole la vittoria per rilanciare il suo Napoli. Era il 16 dicembre dell’anno scorso. Quella domenica, di buon mattino, il miracolo della liquefazione del sangue di San Gennaro, nella terza – e meno conosciuta – ricorrenza dell’anno in cui il prodigio si rinnova. La sera il Napoli perse per 3-2 contro il Bologna. È questo, l’ultimo ko degli azzurri in…

Leggi tutto…

Eugenio Corini.Sara’ dura per il Napoli lo batteremo

E-mailStampaPDF
Eugenio Corini tecnico del Chievo.Sara’ dura per il Napoli al Bentegodi,cambieremo atteggiamento e vinceremo la gara.I veneti sono reduci da due sconfitte nelle ultime due gare giocate, le trasferte contro Sampdoria e Fiorentina. In attesa del match con gli uomini di Mazzarri Corini cerca di recuperare quanto di positivo i gialloblù hanno fatto comunque vedere nelle due ultime partite…

Leggi tutto…

La prima di Rolando contro il Chievo

E-mailStampaPDF
La prima di Rolando.Il portoghese in campo dal primo minuto a Verona: centrale nella difesa a tre con Campagnaro e Gamberini ai lati. L’ex difensore del Porto giocò le due partite di Europa League contro il Viktoria Plzen ma era tutta un’altra cosa. Quello non era il vero Napoli: tre gol al San Paolo, due gol in Repubblica Ceca. Due serate da incubo, Rolando crollò con tutta la…

Leggi tutto…

Chievo Napoli.Il Bentegodi tinto di azzurro

E-mailStampaPDF
Il Bentegodi sara’ tinto di azzurro,sono moltissimi i tifosi napoletani  giunti a Verona per incitare la squadra.Ci saranno molto più di duemila tifosi partenopei provenienti per la maggior parte dal Nord Italia, ma la quota è destinata a salire con i tanti non residenti in Campania che acquisteranno il tagliando solo oggi e attesi, con mezzi privati, dalla periferia veronese e dalla…

Leggi tutto…

Mazzarri basta criticare il mio Napoli.Fino adesso risultati straordinari

E-mailStampaPDF
In sala stampa ci è entrato con un foglietto tra le mani. Sul foglietto aveva segnato tutti i dati del suo Napoli, gli appunti sui numeri del campionato. Mazzarri battagliero più che mai per allontanare la parola crisi. «Visto che non interessano le prestazioni ma solo i risultati, allora parliamo di numeri. Nelle ultime dieci partite ne abbiamo vinte cinque e pareggiate cinque, cioè la…