Maltempo e lavori in corso , penisola in tilt.

0

di Salvatore Caccaviello

Una nuova intensa perturbazione con piogge diffuse e abbondanti, anche a carattere di forte rovescio sta interessando la Campania ed il territorio della penisola sorrentina. Come era previsto la fase più acuta delle precipitazioni si sta verificando questo pomeriggio e proseguirà per ulteriori 24 ore con fortissime raffiche di scirocco e mare da agitato a molto agitato. Il Centro funzionale della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteo e un conseguente stato di allerta per le criticita’ in ordine a fenomeni di dissesto idrogeologico e alluvionali. In previsione della possibile evoluzione della perturbazione e delle conseguenti criticita’ presenti sul territorio, la Protezione Civile, raccomanda il monitoraggio del territorio, ed in particolare delle zone come la penisola sorrentina piu’ esposte ai rischi naturali connessi alle precipitazioni piovose, alle sollecitazioni del vento e alle probabili mareggiate. Oltre al maltempo, negli ultimi giorni si è aggiunta un’ulteriore problematica relativa ai lavori stradali in atto a Sant’Agnello che sta condizionando la quotidianità dei cittadini. Dove da due giorni sono in corso lavori di scavo che attraversano la carreggiata nel tratto del Corso Italia con l’incrocio di via Crawford. In quel punto il traffico procede senso unico in direzione di Piano di Sorrento mentre in direzione Sorrento viene deviato a piazza Matteotti per via Dei Pini. Con conseguenti rallentamenti ed ingorghi che non consentono un regolare smaltimento del traffico bloccando sia il Corso Italia che le strade lato mare. Senza dimenticare che l’intera penisola, in questo periodo, è completamente sottoposta ad ulteriori ingorghi a causa dei lavori di metanizzazione. Purtroppo come spesso succede di fronte a tali situazioni è sempre il cittadino alla fine a rimetterci pagando magari per probabile scarsa competenza e programmazione da parte dei responsabili di tali lavori. Molti cittadini non si spiegano perchè le ditte a cui vengono appaltati lavori del genere, con determinate caratteristiche, come scavi lungo delle strade principali di una città ,non siano attrezzate, come avviene in altri paesi del Nord Europa, con doppi o tripli turni in modo da diminuire drastigamente i disagi della cittadinanza. 06 Marzo 2013 – salvatorecaccaviellopositanonews.