Sant´Agnello crollo UDC di Sommese, Orlando: Nessuno può cantar vittoria

0

Sul periodico di positanonews in vendita in tutte le edicole della penisola sorrentina e in costiera amalfitana lo speciale elezioni con tutti gli eletti , i retroscena e interventi, un numero da conservare per la costa di Sorrento e d’ Amalfi, ma anche Agerola, al voto . . Dopo l’intervento di Sagristani , Orlando. I  risultati delle elezioni politiche impongono una serie riflessione soprattutto nel comune di Sant’Agnello, alle prese con le imminenti elezioni amministrative. Ne parliamo con l’ex sindaco e possibile futuro candidato sindaco l’ingGian Michele Orlando.

 

“ Il voto di Sant’Agnello poco si è discosto da quello dell’intera penisola e più in generale da quello italiano mostrando però tutti i limiti dell’attuale legge elettorale che, per quel che riguarda la Camera consente una grande maggioranza a chi prende pure un solo voto in più degli altri mentre per quel che riguarda il Senato non consente nemmeno una rappresentanza decente a chi vince numericamente il confronto.

 

Il primo provvedimento urgente ed indifferibile è quello di modificare l’attuale legge elettorale che, diciamocelo chiaramente, piace molto a tutte le forze politiche, anche a quelle che siedono da domani in Parlamento.”

 

Avevamo pronosticato una debacle di Sommese che puntualmente si è verificata. Cosa ne pensa ?

 

“Non è stata una sconfitta dell’assessore regionale che, a mio avviso, ha retto il colpo. E’ una sconfitta di tutta una classe dirigente che ha governato in questi mesi Provincia e Regione sotto il simbolo dell’UDC. In questi cinque anni l’UDC nella provincia di Napoli è praticamente scomparso nonostante avesse assessori e consiglieri provinciali in quantità. E’ semplicemente sconfortante che non appena la nave UDC stava affondando i suoi ufficiali di comando sono involontariamente “scivolati” sulla scialuppa del PDL, proprio come è tristemente avvenuto nella  prassi marinara della penisola di qualche anno fa. Penso che chi ha o ha avuto responsabilità di governo specie in questo momento difficile in cui il nostro Paese sta navigando in acque tempestose debba mantenere il timone fisso ed esporsi in prima persona. Io, come il dieci per cento degli italiani, ho individuato  nel progetto Monti quello che più opportunamente ed in maniera più seria potesse fare da guida per il Paese anche nel suo percorso europeo. Ed è con questo spirito che anziché nascondermi ho voluto fare la mia parte condividendo con gli amici più stretti le mie opinioni nel pieno rispetto degli orientamenti politici di ciascuno. 

 

Come legge i dati che sono emersi a Sant’Agnello?

 

“Come dicevo prima i dati di Sant’Agnello sono molto simili a quelli degli altri comuni. Nel mio parlare con i cittadini ho avuto la chiara sensazione che avessero tutti la consapevolezza del momento ed ognuno le idee ben chiare su come votare. Nessuno dei politici che occupava la piazza può cantar vittoria: il PDL a Sant’Agnello ha avuto, dopo Meta, il peggior risultato della Penisola alla Camera mentre l’UDC, coalizzato con Monti, ha avuto il miglior risultato della Penisola nonostante la sua sostanziale scomparsa a livello nazionale. 

 

Ma un dato deve far riflettere la politica locale in vista delle prossime elezioni Comunali: la forte affermazione anche a Sant’Agnello del movimento antipolitico di Grillo. E’ questo che deve fortemente far riflettere in vista delle prossime elezioni di primavera”

 

inesorabilmente dagli errori e dal malgoverno del passato e ritengo personalmente che ci stia riuscendo egregiamente. 

 

Lascia una risposta