CARISSIMI CAPRAI Ancora rischi per l´Oasi Vallone Porto di Positano, lettera di Menichetti

0

 Positano, Amalfi coast : lettera dell’artista e poeta Gianni Menichetti dal Vallone Porto, un’oasi unica nel suo genere della costiera amalfitana, cuore dei Monti Lattari, protetta UNESCO e in lista come Riserva della Biosfera, dove vive, dopo il rischio cementificazione, con una battaglia ampiamente sostenuta da Positanonews, che ha visto in campo WWF, Posidonia e Gea, e per le captazioni idriche (che devono ancora esser ridotte da Praiano e dall’Ausino di Salerno) ora la vegetazione sta per essere distrutta da capre lasciate allo sbaraglio e ai loro proprietari che si rivolge:

CARISSIMI CAPRAI

Quasi ogni giorno, da un bel po’ di tempo, nella parte alta del Vallone Porto 
si può udire una specie di tragedia greca: lamenti e grida disperate di capre 
sperdute di un piccolo gregge incustodito, libero di imperversare nel sentiero 
alto che si congiunge alle scale che portano a Nocelle. I proprietari sono 
vivamente pregati di tener d’occhio le loro povere capre allo sbaraglio. Il 
Porto è un’area protetta e le rarità botaniche possono scomparire in poco tempo 
con questi inattesi visitatori che tra l’altro muovendosi sul ciglio del 
precipizio fanno cadere pietre e massi rovinosamente al disotto dove spesso mi 
capita di camminare.
Queste capre starebbero assai meglio in un recinto invece di mettere a 
repentaglio la loro vita e quella degli altri.
Tutti i bei Crocus fioriti di recente sono stati miseramente calpestati, come 
pure un guazzo dove rari anfibi vanno a riprodursi.
Quindi vi prego, carissimi caprai, preoccupatevi del vostro gregge invece di 
abbandonarlo ogni giorno.
Gianni Menichetti, ‘Il Porto’, Positano.