Napoli elezioni. Al Comune, dopo il voto De Magistris cerca alleati. Il Pd non ci sta

0

Il sindaco: «Rivoluzione Civile esperienza finita. Ora allargare la maggioranza a Palazzo San Giacomo». La replica: «Offerta tardiva, pensi ad occuparsi della città» Disposto ad allargare la maggioranza e a cambiare la giunta laddove si profilano possibilità di sostegno per le ragioni di Napoli, messaggio nemmeno tanto velato al Pd a Sel e anche al Pdl «che, bisogna riconoscere, ha avuto una grande performance», ma massima apertura al Movimento 5 stelle. Il sindaco De Magistris, il giorno dopo il voto, ha pochi dubbi sul fatto che «Rivoluzione Civile sia un’esperienza finita», e di dubbi non ne ha nemmeno uno su di un punto: «Farò ora solo il sindaco di Napoli, pancia a terra e lavorare». «Siamo interessati a dialogare con Pd e Sel, come abbiamo fatto sempre ma anche con il movimento di Grillo» insiste il sindaco. Dal Pd Gino Cimmino segretario cittadino, alle prese con i guai di casa propria, però chiude la porta, almeno per ora: «Continueremo a svolgere il nostro ruolo in consiglio comunale con lo sguardo rivolto agli esclusivi interessi della città, a dispetto di offerte tardive e strumentali».

IL MATTINO.IT

Lascia una risposta