Lo chef prodige Cristoforo Trapani scoperto da Positanonews e il teatro d’autore ”Giovanna.La regina napoletana” VIDEO

0

Un altro appuntamento d’eccezione nell’ambito della XXXI edizione della fortunata rassegna “Incontri al buio”promossa dall’Endas in collaborazione con il Gran Caffè Marianiello, il locale “in” per chi ama trascorrere una serata alternativa, tra la cucina,cinema e teatro di qualità e sequito da Positanonews, il quotidiano della penisola sorrentina e costiera amalfitana

Infatti mercoledì 27 febbraio con inizio alle ore 20,30 sarà ospite d’eccezione dell’evento teatrale enogastronomico Cristoforo Trapani (con uno spettacolo straordinario del Cafè delle Muse di Carlo Alfaro ), enfante prodige della cucina italiana scoperto (per la Campania perchè al Nord era già più che noto) al grande pubblico in anteprima da Positanonews (leggi l’articolo nella nostra sezione Enogastronauta ed i video di aprile 2012 o clicca qui )
Nato a Piano di Sorrento il 14/ 2 /1988, all’età di solo 13 anni iniziò le sue prime esperienze nelle cucine di famosi alberghi e ristoranti tra Capri e Sorrento. “All’età di 20 anni – ci racconta in una esclusiva intervista tra i fornelli- all’improvviso mi trovai a Roma alla Pergola da Heinz Beck…Fu il mio trampolino di lancio. Passai, come in una fiaba, da Cannavacciuolo a Moreno Cedroni per poi trovarmi al Combal.zero tra le braccia di un altro grande maestro Davide Scabin”.

La semplicità e la modestia di questo ragazzo che racconta la sua incredibile ascesa nell’empireo dell’alta cucina italiana ed europea, come se fosse una passeggiata , ci emoziona non poco. Leggiamo nelle sue parole e nei suoi occhi i sogni avverati di un ragazzo del Sud pieno di talento che è riuscito, sospinto da una grande forza di volontà, a raggiungere vette che altri ottengono in anni ed anni di faticosa carriera.
Non sono però mancati i sacrifici anche per il nostro giovanissimo chef, quando ha dovuto lasciare la sua amata terra, la penisola sorrentina ed i suoi genitori per fare i suoi tirocini in giro per l’Italia e all’estero.
Alla fine, grazie soprattutto ad una capacità di applicazione unica, ha saputo mettere a frutto tutti gli insegnamenti ricevuti dai suoi maestri ed aggiungendo il suo estro creativo ha bruciato le tappe diventando un modello per tanti giovani aspiranti chef.
La sua partecipazione alla XXXI edizione della prestigiosa rassegna “Incontri al buio”diretta dal prof. Antonio Volpe e promossa dal Circolo Endas presieduto dalla dott.ssa Adele Paturzo, presso il Marianiello, storico locale della nostra costiera,guidato con sapienza e lungimiranza dal patron Nello Russo, rappresenta quasi un trionfale rientro nella sua nativa Piano di Sorrento.
“ Adesso ho voglia di far bene in penisola-ci saluta sorridendo Cristoforo Trapani- e vorrei ringraziare la famiglia Pollio per l’opportunità che mi ha offerto”. Infatti in questi giorni troveremo il nostro enfant prodige a dirigere la cucina di un nuovo ristorante sorto proprio nella città che lo ha avuto come figlio prodigio.
Intanto per la serata al “Marianiello”lo chef Cristoforo si è ispirato alle piccanti vicende amorose di un mitico personaggio della storia della sua terra: la Regina Giovanna II d’Angiò Durazzo, che ha dato il nome anche ad una splendida località balneare al Capo di Sorrento. I famosi “Bagni della Regina Giovanna” dove ella trascorreva spensierate ore d’amore con i suoi amanti…Lo Chef Cristoforo ha lavorato dunque di fantasia proponendo per l’affezionato e numeroso pubblico della rassegna un benvenuto intitolato “La seduzione della regina” seguito da un primo piatto dal nome altrettanto intrigante “Risotto misterioso” ed …una sorpresa finale, su cui non ha voluto svelare nulla.
Subito dopo la cucina di qualità di Cristoforo, seguirà l’altrettanto atteso Incontro con il Teatro d’Autore. In scena, in anteprima assoluta per Piano di Sorrento, “Giovanna la Regina napoletana”,un’operetta musicale firmata da Giuseppe de Chiara, con le musiche di Stefano Busiello, le coreografie di Floriana Cafiero e le vivaci interpretazioni dello stesso Giuseppe De Chiara nei panni della Regina Giovanna II d’Angiò Durazzo, Angelo Picone detto ‘O Capitano nelle vesti del Coccodrillo, lo stallone e il palafraniere, nonchè Giacomo di Borbone e Carlo Alfaro come Giovanni Berlingieri.
Reduce dal successo al prestigioso festival “Teatro a Vapore”, la storia si riferisce a vita e mito della sovrana incoronata il 19 ottobre 1419 col nome di Giovanna II e resa famosa da leggende popolari nate intorno alla sua figura che l’hanno tramandata come una regina scandalosa, spietata e lussuriosa, dedita alla ricerca del sesso e all’assassinio dei suoi amanti.
Una serata dunque imperdibile per gli amanti della buona cucina e del teatro di qualità. Con un prezzo d’ingresso cena+spettacolo davvero super popolare: 15 euro,così come nella politica promozionale di Nello Russo del Marianiello, a cui va dato atto la grande capacità di essere attrattore di eventi culturali e musicali che danno lustro alla nostra costiera svolgendo nel contempo una intelligente opera di promozione turistica .
A. Sigismondo Malatesta