Napoli. Al Blu di Prussia. Waterloove di Cristiano Carotti.

0

 

WATERLOOVE

 

di Cristiano Carotti

 

a cura di Francesco Santaniello

 

 

 

Vernissage Mercoledì 20 Febbraio 2013, ore 18-20,30

 

 

 

Prima personale napoletana per l’artista umbro Cristiano Carotti, protagonista Al Blu di Prussia – lo spazio multidisciplinare di Giuseppe Mannajuolo diretto da Mario Pellegrino – con “Waterloove” a cura di Francesco Santaniello.

 

In esposizione, un corpus di 12 opere per lo più di nuova produzione realizzate per la mostra: 3 arazzi e 6 teche (tecnica mista e led), 2 tele e 1 scultura nelle quali affronta quel che per George Rouault è il “vero flagello” della vita: la paura di amare. Di qui la scelta del titolo, “Waterloove”, che in un gioco di parole e di lettere richiama e intreccia il tema dell’amore con la grande disfatta napoleonica. E che significa, come scrive il curatore Francesco Santaniello nella presentazione della rassegna, davvero tante cose: una metafora della battaglia che ogni uomo, in quanto essere pensante e senziente, deve combatte affinché la sua vita non sia uno spettacolo da ammirare, ma una fattiva esperienza, compresa tra gli estremi della ragione e dell’istinto; un attacco al romanticismo più melenso, al falso e vacuo sentimentalismo e all’effimera apparenza cui fa riferimento l’immagine simbolo della mostra (la gondola armata di I love the smell of napal in the morning); un inno alla liberta e al coraggio di chi è disposto a lottare per seguire un ideale, qualunque esso sia, giusto o sbagliato come fanno i No Global, gli Indignados e gli ultras degli stadi.

 

 

 

Cristiano Carotti

 

E’ un artista umbro, nato a Terni nel 1981.
La sua ricerca attraversa numerose correnti pittoriche, dal surrealismo al neo-pop, dall’espressionismo alla figurazione realistica. Il suo lavoro spazia dalla tela ai supporti digitali, dalla carta alle animazioni video e alla scultura.Studia pittura italiana all’Accademia di Belle Arti di Terni .
Dopo il successo della prima mostra personale alla Galleria Canovaccio di Terni, a cura di Francesco Santaniello il suo lavoro viene messo in risalto sul territorio nazionale grazie alla selezione per la finale del Premio Italian Factory 2010 ed alla partecipazione all’omonima mostra collettiva alla First Gallery di Roma a cura di Chiara Canali.Espone a Berlino per la mostra Human&Gods alla Infantellina Contemporary e il Kunst Magazine pubblica la sua opera “The Birth of Venus at Burning Hotel”.
A fine 2010 incontra Eligio Fulli ed inizia a collaborare con Galleria il Granicolo.Nel 2011 allestisce la sua seconda mostra personale alla Galleria Miomao di Perugia dal titolo “Sospesi tra il circo e la notte” in occasione della quale viene pubblicato il catalogo dell’opera grafica di Cristiano Carotti curato da Francesco Santaniello e contenente una testimonianza di Vinicio Capossela, artista che ha da sempre influenzato la poetica narrativa di Carotti.Partecipa alla mostra “Cavour e Mazzini: Due Protagonisti del Risorgimento rivisitati da Artisti Contemporanei”,al Museo del Territorio Biellese per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia.
Sempre nel 2011 viene selezionato da Vittorio sgarbi e Gianluca Marziani per il Padiglione Italia/Umbria della 54 Biennale di Venezia, conquista la finale del Premio Combat2011 a Livorno, entra a far parte della collezione permanente del Museo Magi900, pieve di Cento (BO) ed il JazzUp Festival di Viterbo gli assegna il premio Jazz Art 2011 dandogli la possibilità di allestire insieme al compositore Alessandro Deflorio il progetto site specific Golyat.
“Remember the 5th of November”, è il titolo che la Mondo Bizzarro Gallery Roma sceglie per presentare il triplo solo Show con le personali di Cristiano Carotti, Michele Guidarini e Blue&Joy. Il 2012 si apre con la partecipazione alla collettiva Hasta la Muerte-Fino alla Morte a cura di Alberto Zanchetta, in anteprima all’ Affordable Art Fair di Milano e poi alla Galleria MioMao di Perugia.A Maggio è la volta di “Fairytale Machine” personale alla BT’F Gallery di Bologna con la curatela di Marco Aion Magnani e di Alice Zannoni e di “Per Grazia Ricevuta” alla QuattrocentometriGallery di Ancona, a cura di Chiara Ronchini.
Questultima vede la realizzazione della performance omonima “PGR” insieme ad Alessandro Deflorio ed all’attore e regista teatrale Riccardo Festa.
A Giugno, Gianluca Marziani cura la mostra per il cinquantenario della storica rassegna “Sculture in Città” dal titolo +50, scegliendo il progetto site specific “Davide e Golia” di Carotti, Pinchi e Deflorio per Piazza della libertà a Spoleto.Ad Ottobre 2012 è invitato a partecipare al Surreality Show, Roma Officina 468, a cura di Julie Kogler e Sofia F. Miccichè.Il 24 Novembre espone al Museo C.A.O.S. di Terni all’interno della rassegna Atelier Aperto2 promossa dalla Biblioteca Centrale di Terni e dal Comune di Terni.
Vive e lavora tra Terni e Roma.

 

 

 

Waterloove, di Cristiano Carotti, a cura di Francesco Santaniello.

 

Al Blu di Prussia, Via G. Filangieri 42, Napoli

 

ingresso libero mar-ven 16.30-20; sab. 10.30-13 e 16.30-20.

 

Catalogo della mostra in galleria.

 

www.cristianocarotti.it

 

 

 

 

 

[Dal lancio stampa ricevuto; segnalazione di Maurizio Vitiello.]