Massa: l’Us Angri non si presenta al Cerulli

0

 

Massalubrense – L’Angri non si presenta e  a meno di clamorose giustificazioni il Massalubrense dovrebbe intascare i tre punti a tavolino.
Con i 18 di mister Gargiulo a fare riscaldamento si è atteso invano l’arrivo del mezzo di trasporto della compagine doriana che alle 15:45 ancora non era giunta al Marcellino Cerulli della cittadina massese.
Vani i tanti tentativi fatti dai dirigenti del sodalizio di via Arenaccia di mettersi in contatto con i vertici societari della compagine dell’agro nocerino sarnese. Il telefono squillava a vuoto e il signor Rainone di Nola, dopo aver aspettato il canonico di tempo di tolleranza, ha fischiato tre volte per sancire la fine dell’incontro.
Ai nero azzurri servivano come il pane i tre punti in palio per blindare una salvezza diventata l’unico obiettivo stagionale.  Raggiungerlo nel minor tempo possibile, dopo un girone di andata giocato su ritmi elevatissimi, è il must per la truppa di mister Gargiulo.
Con assenze di rilievo c’era il timore di rischiare anche contro il fanalino di coda, ma i fatti hanno evitato che i doriano potessero eventualmente  far male ai costieri.
La parola dopo il triplice fischio di Rainone passa al giudice sportivo che dovrà stabilire il verdetto finale di di Massa Lubrense – Us Angri. In caso di vittoria la quota salvezza fissata dal tecnico nero azzurro, 35 punti,  disterebbe solo una lunghezza.

 

 

 

Francesco Bevacqua (Fonte sportinpenisola.com)