Pieve di Cento (BO). Museo MAGI´900. BACKWATERS, fotografie e opere su carta 1988-2013 di MARCO BUCCHIERI.

0

 BACKWATERS 

fotografie e opere su carta 1988-2013 di MARCO BUCCHIERI 

A cura di Valeria Tassinari

  

Inaugurazione Sabato 16 febbraio 2013 ore 17,00; ingresso gratuito. 

 

Sabato 16 febbraio 2013, alle ore 17.00, sarà inaugurata presso il MUSEO MAGI’900 di Pieve di Cento un’ampia monografica dell’artista Marco Bucchieri, che raccoglie una significativa selezione di lavori fotografici e opere su carta, riferiti agli ultimi 25 anni della sua ricerca. 

Il significato più letterale della parola inglese BACKWATERS, con cui l’autore ha voluto intitolare la mostra, è “stasi o stato di pausa mentale”, ma è chiamato così anche il fenomeno idrologico che riguarda le acque di un fiume che, prima di sfociare nel mare, sono costrette indietro da una ostruzione, e finiscono per ristagnare immobili, in ambito separato, ma vicinissimo al mare. 

Le opere saranno così presentate seguendo l’idea portante della ricerca di Bucchieri: la poesia e la memoria che le immagini fotografiche trattengono, quella che lui definisce una “ memoria senza direzioni come certe acque che corrono per migliaia di chilometri per gettarsi nel mare e poi …rimangono un po’ indietro, a occupare una parte di territorio immobile, e stanno lì, stagnano, senza tempo, come se ci dovessero pensare ancora un po’”. 

Proprio per privilegiare il senso e la coerenza dell’idea guida di questo percorso, ai lavori fotografici più recenti, che presentano architetture e luoghi misteriosi immersi in luci e tinte stranianti, sono accostate opere del passato, in cui gli elementi fotografici venivano utilizzati in una ricerca più tecnica e spesso affidata a variabili casuali, oppure a frammenti di immagini montate su carta secondo i canoni della poesia visiva. 

La mostra è curata da Valeria Tassinari, nuova curatrice del MAGI, e costituisce la prima tappa di un percorso di approfondimento sulla fotografia contemporanea come territorio di ampia sperimentazione poetica, cui il museo dedicherà diversi eventi nei prossimi mesi.  

Sarà visitabile fino al 7 aprile 2013. 

 

Nota biografica Marco Bucchieri 

Nato a Roma nel 1952, Marco Bucchieri ha sempre alternato il lavoro letterario con una particolare ricerca concettuale affidata per lo più allo specifico fotografico.

La ricerca degli anni ottanta è partita da un’espressionismo fotografico risolto spesso in annullamento dell’immagine classica, a vantaggio di un risultato simile a pagine di diario consunte dal tempo (bruciature, sovrascritture, strappi). Verso la metà del decennio il suo lavoro è divenuto più concettuale, tramite immagini giocate sull’assemblaggio di elementi di puro segno, emerse da scenari di contesto paesaggistico stranianti ed evocativi. 

Dall’inizio degli anni ’90 il suo interesse si è andato sempre più rivolgendo alla poesia visiva, con composizioni – su carte di varie dimensioni – di elementi fotografici, di ritagli e scritture, spesso estremamente rarefatte, in un meccanismo costruttivo analogo, ma differente, da quello del collage,a piccoli assemblaggi, oltre che alla realizzazione di “libri d’artista”. Dal 2008 si è nuovamente rivolto al mezzo fotografico, utilizzando immagini digitali, spesso di grande formato.

 

Info:

MUSEO MAGI ‘900 

Aperto tutti i giorni tranne il lunedì, dalle ore 10 ,00 alle ore 18,00 

Via Rusticana A/1 – 40066 Pieve di Cento (BO) – tel. ­+39 051 6861545 – fax +39 051 6860364 

info@magi900.comwww.magi900.comfacebook.com/MuseoMagi900twitter.com/MuseoMagi900

 

 

[Dal lancio-stampa ricevuto; segnalazione di Maurizio Vitiello.]