Fulmine sul Vaticano storia di una foto

0

 Alla fine è caduto davvero. La foto del fulmine sul Vaticano, nel giorno delle dimissioni del Papa, non è un fake. Il fotografo Alessandro Di Meo (Ansa) è riuscito scattare proprio nel momento in cui si è abbattuto sul Cupolone. “L’immagine ha fatto il giro di tutti i giornali del mondo è vera – dice il fotografo ad HuffPost – sono stato bravo e fortunato. Il fulmine identico sul Duomo di Milano? È un fotomontaggio fatto da qualche utente”. Stamattina la domanda sulla veridicità della foto ha fatto il giro della rete. Come si può fotografare un fulmine se dura così poco?

Poi la stessa foto è comparsa sulle agenzie fotografiche. Questa volta è Afp a pubblicarla. La posa è diversa ma il fulmine resta lo stesso. Insomma ci sono due prove che sia stata scattata. Inoltre, è vero che è complicato riuscire a beccare il momento esatto in cui colpisce il Cupolone, ma è altrettanto vero che basta un tempo lungo sulla macchina fotografica e un cavalletto e il gioco è fatto.

Il fotografo Di Meo conferma: “La macchina fotografica era poggiata su una transenna, e non su un cavalletto. Il tempo di esposizione era di otto secondi, a 9 di diaframma e 50 iso di sensibilità. Ovviamente la macchina era impostata in manuale e montavo un obiettivo grandangolare che mi permetteva di includere tutta la basilica nell’inquadratura”. FONTE INTERNET