Per non dimenticare: Irena Sendler

0

Il premio non lo riceve sempre chi merita di più. Una signora di 98 anni di nome Irena Sendler è deceduta, in silenzio nonostante tutto. Durante la seconda guerra mondiale Irena ebbe un permesso per lavorare nel Ghetto di Varsavia come specialista di fogne e tubature varie. Però i suoi progetti andavano oltre… Sapeva quali erano i piani dei nazisti per gli ebrei (essendo tedesca). Irena portava fuori dal ghetto i bambini nascosti nel fondo della sua cassa degli attrezzi e portava un sacco di tela grezza nella parte posteriore del suo camioncino (per i più grandi). Aveva con sè un cane cui insegnò ad abbaiare ai soldati nazisti quando entrava ed usciva; questi non volevano nulla a che fare con il cane i cui latrati coprivano i rumori dei bambini. Riusci a portare fuori e salvare circa 2500 bambini. Quando i nazisti scoprirono il tutto, la presero e le ruppero braccia e gambe. La Sendler teneva un registro con i nomi dei bambini e, dopo la guerra, tentò di rintracciare i genitori dei sopravvissuti per riunire le famiglie: buona parte era stata deportata e finita nelle camere a gas. Irene fu proposta per il Nobel per la pace, ma non fu selezionata. Gaspare Apicella