Giro d´Italia nel Cilento, -87 giorni, un fotografo cilentano studia uno scatto speciale

0

 Trovare il posto dove piazzare il 6 maggio la macchina fotografica, attendere i ciclisti alcune ore (tappa Sorrento-Ascea); il posto? la salita di Castellabate,
dove ci sarà una folla, lunedì 6 maggio, come nelle notti dei fuochi d’artificio
degli anni 70 con decine di cicloamatori attrezzati di videocamere onboard in
attesa dei ciclisti; Lazzaro si apposterà per tentare una foto…che se
riuscirà, dovrà avere i ciclisti, sullo sfondo Torre Perrotti o il panorama 
reso famoso in tutto il mondo anche grazie al film Benvenuti al
Sud.

 Facile? Lazzaro Addesso, in chat, mi ha parlato di questa sua idea, io l’ho
incoraggiato, avrà quasi 87 giorni di tempo, studierà le inquadrature
migliori della salita, dal “Posto di blocco” a Castellabate paese. “La mia
foto”, così la chiama entusiasta Lazzaro Addesso, “se riesce – dice – ” resterà
a ricordo del passaggio del Giro d’Italia per Castellabate; (“in questo 2013 è
la seconda volta che il “Giro d’Italia” passa, la prima fu nel 1980, tappa,
Sorrento-Palinuro, vinse Mantovani”) Cava sans dire, a Lazzaro? gli auguriamno
di trovare il “posto giusto” e il “momento giusto” per scattare la foto, (“sono
sicuro che ci riuscirà”) e che la foto farà il giro di Castellabate e del mondo;
dalla faccia rilassata di Lazzaro non c’è motivo di dubitare.

 Giovanni Farzati