Campania secondo i sondaggi ecco chi sarà eletto a Camera e Senato

0

 Campania secondo i sondaggi ecco chi sarà eletto a Camera e Senato. Ci prova il quotidiano Il Denaro di Napoli. Un giornale economico molto attento alle istituzioni e alle realtà politiche locali che ha fatto un riscontro sulla base dei sondaggi più accreditati

Finora tutti i sondaggi sulle intenzioni di voto al Senato accreditano il Pd come partito principale anche per la Campania, tra il 25,5 e il 29,8 per cento. Il che significa poter contare su una forbice compresa tra 6 e 14 senatori. Sicuri di un posto, quindi, al momento sono Rosaria Capacchione, Sergio Zavoli, Vincenzo Cuomo, Angelica Saggese, Pasquale Sollo e Luca Esposito. In bilico, ma virtualmente inquilini di Palazzo Madama, Teresa Armano e Vincenzo De Luca. Seconda posizione, nei sondaggi, per il Pdl che va da un minimo del 19 a un massimo del 24,3 per cento. Può prendere tra 4 e 16 senatori. I primi dell’elenco sono Silvio Berlusconi, il commissario regionale Francesco Nitto Palma, Alessandra Mussolini e Giuseppe Esposito. Possono però stare tranquilli anche Cosimo Sibilia, Luigi Compagna e Vincenzo D’Anna. Di sicuro in Campania la sfida è tra Partito Democratico e Popolo della Libertà, che secondo i bene informati dal caos seguito alla composizione delle liste e dallo strappo dell’ex coordinatore regionale Nicola Cosentino ha tratto più svantaggi che benefici. La lista Scelta Civica di Mario Monti, che al Senato in Campania imbarca anche esponenti di Udc e Fli, può conquistare al massimo 4 seggi e, stando ai numeri attuali, non più del 16 per cento, anche se secondo l’ultimo sondaggio di Renato Mannheimer per il Corriere della Sera per ora si ferma al 9,4, con due seggi al massimo dunque. Pier Ferdinando Casini e Lucio Romano dovrebbero passare, Mario Giro e Nunzio Testa sono in bilico. Per Fratelli d’Italia tutto dipenderà dalle urne: non ci sono posti blindati, Giuseppe Cossiga e Luigi Rispoli sono gli unici a poter ambire a un seggio. Più forte della lista del premier uscente il Movimento 5 Stelle, dove Sergio Puglia, Andrea Cioffi , Paola Nugnese Vilma Moronese hanno ottime chance. Viaggia tra il 4 e il 6 per cento Sinistra Ecologia e Libertà dove Peppe De Cristofaro ha già il pass per Roma mentre Dino Di Palma e Pierina Troisi sperano che il partito raggiunga il 6 per cento a livello regionale. Infine Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia lotta per un seggio al Senato: al momento il sondaggio le assegna un 7,7 per cento, appena sotto la soglia minima dell’8 per cento. Campania 1 Anche qui è testa e testa tra Pd e Pdl. I democratici sfiorano il 30 per cento e possono piazzare fino a 12 deputati. Di questi almeno 8 hanno già il posto assicurato: Guglielmo Epifani, Roberta Agostini, Assunta Tartaglione, Valeria Valente, Salvatore Piccolo, Marco Di Lello, Michela Rostan e Luisa Bossa. Molto dipende dall’apporto della fronda di contestatori che non ha gradito la presenza dei cosiddetti paracadutati. Il Pdl, invece, naviga tra 19 e 25 per cento e al momento ha 5 nomi sicuri: Gianfranco Rotondi, Luigi Cesaro, Raffaele Calabrò, Gioacchino Alfano, Giuseppina Castiello. Si può dire, però, che passeranno anche Pina Castiello e Nino Marotta. Tra i 3 e i 5 deputati per il Movimento 5 Stelle, che può arrivare al 13 per cento. Roberto Fico, Luigi Di Maio e Salvatore Micillo sono sicuri del’elezione. Due posti a testa, invece, dovrebbero andare a Rivoluzione Civile (Antonio Ingroia e Antonio Di Luca) e Udc (Rocco Buttiglione e Pasquale Sommese) mentre i montiani, i cui sondaggi parlano di forbice tra 6,5 e 8,8 per cento, avranno di certo i pass per Luciano Cimmino e Valentina Vezzali. Sel, infine, ha ottime speranze per Gennaro Migliore e Arturo Scotto. Campania 2 Pd con 7 deputati sicuri e una soglia del 26,5 per cento garantita: passano Enrico Letta, Enzo Amendola, Fulvio Bonavitacola, Laura Coccia, Valentina Paris, Simone Valiante e Angelo Rughetti. Pdl tra 19 e 24,3 per cento. Sicuri almeno 5 posti che vanno a Mara Carfagna, Nunzia De Girolamo, Carlo Sarro, Angelo Attaguile e Giovanna Petrenga. Scelta Civica, invece, al momento è accreditata di un 7 per cento e dovrebbe piazzare Antimo Cesaro e Angelo D’Agostino mentre il Movimento 5 Stelle ha certezze per Angelo Tofalo e Silvia Giordano. Udc e Rivoluzione Civile piazzano di sicuro Mario Catania e Antonio Ingroia mentre Fratelli d’Italia spera di trovare un posto per Edmondo Cirielli.