PAGANESE: GRASSADONIA RESTA NONOSTANTE LA BATTUTA DI ARRESTO DI CATANZARO

0

PAGANI. Gianluca Grassadonia resta al timone della Paganese. Finito nell’occhio del ciclone per la cocente battuta d’arresto al Ceravolo di Catanzaro, l’allenatore salernitano è stato confermato alla guida della formazione azzurrostellata. Questa almeno l’intenzione della società di via Albanese all’indomani del ko con i giallorossi di Cozza in cui l’appuntamento con la continuità di risultati è stato ancora una volta rimandato. Un boccone amaro per la Paganese ed i suoi tifosi galvanizzati dalla superlativa prestazione nel derby con l’Avellino ma ripiombati sulla terra immediatamente. Il sogno playoff sembra destinato a rimanere tale. Meglio allora guardarsi le spalle ed evitare il rischio di essere risucchiati nei bassifondi della classifica. 
Nessuna svolta dunque per la formazione liguorina. Le scelte di Grassadonia a Catanzaro hanno fatto storcere il naso a molti ma il tecnico resta ancorato alla panchina. Piovono però mugugni sull’operato dell’allenatore del ritorno in prima divisione. Al di là della prestazione deludente, a non convincere è stata la gestione della gara in cui la Paganese non ha mai dato l’impressione di poter imporre il proprio gioco agli avversari. Nonostante il pareggio realizzato da Girardi, la squadra è andata sotto nuovamente su un errata lettura difensiva della coppia centrale Fusco-Pastore e non ha avuto più le energie fisiche e nervose per riequilibrare le sorti del match. A completare poi la giornata negativa il fallo di reazione di Babù che ha macchiato nel peggior modo possibile il suo esordio in maglia azzurrostellata. Un segnale da tenere in debita considerazione che va aggiunto al malcontento di Scarpa al momento della sostituzione con Pastore nel momento in cui bisognava osare e non arroccarsi nelle retrovie. Tale soluzione tattica è stato argomento di discussione anche sul web. Il popolo dei social network non ha lesinato stoccate al veleno all’indirizzo di Grassadonia, finito inevitabilmente sul banco degli imputati.
Un’attenta analisi della delicata situazione è stata fatta anche dalla proprietà. Un briefing in cui è emersa la volontà di dare corso al progetto tecnico incominciato in estate, in attesa di tempi migliori e soprattutto di risultati e prestazioni confortanti sul piano del gioco e della brillantezza atletica. La squadra è apparsa infatti ferma sulle gambe dopo i notevoli carichi di lavoro nella settimana di sosta. Un momento insomma molto delicato che raggiungerà l’apice nella decisiva sfida di Gubbio di domenica prossima. Se da un lato la società ha deciso di blindare Grassadonia, un’eventuale ko in terra umbra aprirebbe la prima vera crisi stagionale con tutti gli interrogativi del caso sulla guida tecnica. L’altalena che sta caratterizzando il cammino della Paganese può diventare una sorta di boomerang e costringere l’intero ambiente a riporre nel cassetto i sogni mai nascosti di centrare un traguardo più ambizioso di una semplice salvezza. Il bivio si avvicina per gli azzurrostellati e l’imperativo categorico è chiaro: vincere e convincere a patto che ci si appigli alle certezze tattiche ed alle capacità tecniche di un gruppo che appare disorientato nelle idee e fermo sulle gambe.

fonte:ilmattino

Paolo Cannavaro il nostro sogno è lo scudetto

E-mailStampaPDF
Paolo Cannavaro ci crede e non si nasconde: “Oggi la classifica dice questo ma nelle prossime giornate ci sono intrecci che possono ribaltare tutto – ha spiegato il difensore di Mazzarri prima dell’incontro tra arbitri, capitani e allenatori a Milano – Il Milandi Balotelli? Il Milan è sempre il Milan, è molto forte e in questo campionato c’è molto equilibrio”.

Cannavaro non…

Leggi tutto…

Il ds della Sampdoria: il Napoli deve trovare l’accordo con i procuratori di Icardi.Noi siamo d’accordo

E-mailStampaPDF
Carlo Osti direttore sportivo della Sampdoria è intervenuto ai microfoni di radio Kiss Kiss rilasciando alcune dichiarazioni: «Lo scudetto è una questione a due, è la classifica che lo dice. Il Napoli è una squadra forte e la Juventus deve guardarla come unica antagonista. Icardi? Al di là delle cifre, il Napoli avrebbe dovuto trovare un accordo con i procuratori del giocatore, Icardi…

Leggi tutto…

Cavani resto a Napoli per vincere lo scudetto

E-mailStampaPDF
Cavani in Qatar, il suo Uruguay affronterà la Spagna per un’affascinante amichevole. L’attaccante del Napoli, però, è impegnato in un’altra attraente impresa: la corsa scudetto con la Juve: “Stiamo provando ad impensierirla, stiamo inseguendo un sogno. Non sarà facile per noi ma neanche per loro. L’anno passato abbiamo fatto un buon campionato, quest’anno stiamo lottando per il primo…

Leggi tutto…

Il San Paolo è un colabrodo.Ennesima conferma sabato durante Napoli Catania

E-mailStampaPDF
Un colabrodo. E il diluvio di sabato lo ha dimostrato ancora una volta. Agli spettatori che già erano a conoscenza delle enormi problematiche da affrontare ogni volta che ci si reca allo stadio, ai giornalisti stranieri giunti a Napoli per raccontare le gesta della squadra. Curve e tribune inondate, bagni al limite dell’agibilità. Ogni volta è la stessa storia. In tribuna d’onore…

Leggi tutto…

Cavani al Psg?Leonardo ha incontrato i suoi agenti

E-mailStampaPDF
Le grandi d’Europa fanno sul serio per Cavani. La clausola di rescissione potrebbe essere esercitata da un top club europeo per strappare “el Matador” dalle mani del Napoli.Secondo l’edizione odierna di  Tuttosport Il direttore sportivo del club francese, Leonardo, ha avuto in questi giorni un colloquio con i manager di Edinson Cavani Anelluccie Triulzi: l’ex Milan e Inter ha…

Leggi tutto…

Christian Maggio contro la Lazio vuol riprendersi la sua corsia

E-mailStampaPDF
Christian Maggio vuole riprendersi la corsia destra e non vede l’ora di tornare in campo.Le sue condizioni sono ottimali ma lo staff medico insiema a Mazzarri ha propeso per uno stop cautelativo.Inutile rischiare,ha saltato le due ultime partite.Ma vorrebbe esserci contro la Lazio,per dimostrare che è in forma e puo’ dare ancora tanto al Napoli.Mesto si è dimostrato un ottimo sostituto,ma a…

Leggi tutto…

Rolando innamorato di Napoli.Oggi si allena da solo a Castelvolturno

E-mailStampaPDF
Rolando innamorato di Napoli e del Napoli,è bastato vedere gli azzurri andare a segno per ben due volte contro il Catania in dieci minuti e il tifo dei cinquantamila del San Paolo.Oggi riposo in casa Napoli,ma Rolando stamattina si allena a Castelvolturno per cercare di ritrovare forma e condizione dopo sei mesi lontano dal campo,sei mesi sprecati.Rolando vuol entrare nel cuore dei tifosi…

Leggi tutto…

Marek Hamsik Napoli la mia citta’.Voglio lo scudetto

E-mailStampaPDF
Marek Hamsik abita a due passi da Castelvolturno il rinnovo fino al 2016.A Napoli da sei anni fu acquistato dal Brescia nell’estate del 2007 per cinque milioni di euro da Piepaolo Marino.Ha la passione per i tatuaggi e quella per i capelli.  Cinquantotto reti in campionato,sei tra Europa league e Champions e tre in Coppa Italia.Duecentotre presenze in serie A ,ma anche nelle altre…

Leggi tutto…

Gigi Maifredi il Napoli puo’ vincere lo scudetto

E-mailStampaPDF
Gigi Maifredi:sono molto contento di vedere gli azzurri lottare per lo scudetto,il Napoli ci deve credere e lottare fino all’ultimo, grazie anche al lavoro di Mazzarri fatto in questi anni.Maifredi Allenò la Juve e affrontò il grande Napoli di Maradona, fu travolto 5-1 in Supercoppa al San Paolo. Gigi Maifredi, ora direttore tecnico del Brescia, rivede con piacere il ritorno degli azzurri…

Leggi tutto…

Calvarese non all’altezza di Napoli Catania

E-mailStampaPDF
 L’inesperto Gianpaolo Calvarese per Napoli – Catania

Calvarese di Teramo ha offerto una prestazione arbitrale poco brillante. Pronti via e al 1’ contatto Cannavaro-Bergessio in area partenopea. L’arbitro ben posizionato valuta per primo il fallo dell’argentino. Ok. Al 3’ Grava ferma in modo energico Gomez. Calvarese prontamente richiama. Al 5’ però, Behrami entra in ritardo su…

Leggi tutto…

Napoli Catania le pagelle

E-mailStampaPDF
De Santis:Impiega gran parte del tempo a riscaldarsi dal freddo e dalla pioggia. Poi comincia a guadagnarsi la pagnotta a metà primo tempo con un tuffo-show con cui colpisce di testa ed evita guai più seri alla retrogardia azzurra. Nella ripresa tanta ansia ma il Catania non crea mai seri pericoli alla sua porta.


Lascia una risposta