E´ UFFICIALE ROBERTO CHIANCONE SALERNITANO NUOVO TECNICO DELL´AVERSA NORMANNA

0

Ora è ufficiale. È Roberto Chiancone, salernitano, una vita nel mondo del calcio, come atleta prima e allenatore poi, il nuovo tecnico dell’Aversa Normanna. A lui, il difficile compito di portare i normanni ad una salvezza che a dodici giornate dal termine della fase regolare sembra sempre più difficile. La firma è arrivata nel pomeriggio di ieri, dopo i primi contatti telefonici nel fine settimana scorso con il direttore sportivo Dionisio che bene conosce l’allenatore salernitano per aver lavorato assieme nel 2002, quando a Martina Franca centrarono la promozione in C1.
Questo pomeriggio il neo allenatore che succede in panchina all’esonerato Romaniello, cui è costata cara la sconfitta, la terza consecutiva della sua seconda gestione, proprio contro il Martina Franca, sarà presentato alla squadra e seguirà il primo allenamento. È una vera sfida per Chiancone che non siede su una panchina dall’aprile 2009, quando fu esonerato dall’Andria Bat, per il suo «carattere» non certo facile. Ma questa volta potrebbe essere proprio questo la sua arma migliore. In una stagione in cui, né Romaniello, né Sergio sono riusciti a scuotere un ambiente sempre più assuefatto alle sconfitte nonostante il mercato di gennaio che ha portato ad Aversa ben 10 nuovi calciatori, Chiancone con il suo carisma e la sua esperienza potrebbe finalmente dare quella sferzata che è mancata. Almeno questo è quello che sperano la proprietà ed i tifosi che non vogliono perdere questa categoria. Nonostante il neo tecnico granata non alleni da qualche anno è informatissimo sull’Aversa e sul girone dei normanni. 
«È una sfida entusiasmante – afferma Chianone – che ho accettato perché sono convinto di poter lottare fino alla fine per il raggiungimento dell’obiettivo». «Non voglio illudermi e non voglio promettere nulla. So che sarà difficile – prosegue il tecnico salernitano -, ma non impossibile. Abbiamo un buon gruppo sul quale lavorare. Conosco un po’ tutti i ragazzi». 
Tra le sue doti, c’è quello di essere un gran motivatore ed è quello che principalmente ha chiesto la proprietà. «Ho allenato squadre che stavano in pessime  posizioni di classifica – prosegue – e sono riuscito a salvarle, anche attraverso i playout. Quindi so bene come affrontare queste situazioni. Certo, siamo in ritardo, ma abbiamo dodici gare da giocare e dobbiamo fare più punti possibili, senza guardare a chi ci sta avanti e osservando solo chi lasciamo indietro. Ai tifosi dico di stare vicino alla squadra. Dobbiamo ripartire da zero e far finta che ci sia di fronte a noi un girone di ritorno di sole dodici partite. Ci sono tutte le condizioni per farcela. Tifosi, potenzialità della squadra, società seria. Naturalmente, come presupposto ci deve essere anche la voglia di lavorare dei giocatori, la loro abnegazione e dedizione alla causa, altrimenti – conclude Chiancone – perdiamo solo tempo». «Pensiamo che sia l’uomo giusto per questa avventura – afferma Dionisio che conosce bene le qualità del tecnico – che sappiamo essere molto difficile. È stata la nostra prima ed unica scelta perché sappiamo le sue conoscenze e la sua esperienza. È un allenatore che sa gestire situazioni difficili».

Fonte.ilmattino

Paolo Cannavaro il nostro sogno è lo scudetto

E-mailStampaPDF
Paolo Cannavaro ci crede e non si nasconde: “Oggi la classifica dice questo ma nelle prossime giornate ci sono intrecci che possono ribaltare tutto – ha spiegato il difensore di Mazzarri prima dell’incontro tra arbitri, capitani e allenatori a Milano – Il Milandi Balotelli? Il Milan è sempre il Milan, è molto forte e in questo campionato c’è molto equilibrio”.

Cannavaro non…

Leggi tutto…

Il ds della Sampdoria: il Napoli deve trovare l’accordo con i procuratori di Icardi.Noi siamo d’accordo

E-mailStampaPDF
Carlo Osti direttore sportivo della Sampdoria è intervenuto ai microfoni di radio Kiss Kiss rilasciando alcune dichiarazioni: «Lo scudetto è una questione a due, è la classifica che lo dice. Il Napoli è una squadra forte e la Juventus deve guardarla come unica antagonista. Icardi? Al di là delle cifre, il Napoli avrebbe dovuto trovare un accordo con i procuratori del giocatore, Icardi…

Leggi tutto…

Cavani resto a Napoli per vincere lo scudetto

E-mailStampaPDF
Cavani in Qatar, il suo Uruguay affronterà la Spagna per un’affascinante amichevole. L’attaccante del Napoli, però, è impegnato in un’altra attraente impresa: la corsa scudetto con la Juve: “Stiamo provando ad impensierirla, stiamo inseguendo un sogno. Non sarà facile per noi ma neanche per loro. L’anno passato abbiamo fatto un buon campionato, quest’anno stiamo lottando per il primo…

Leggi tutto…

Il San Paolo è un colabrodo.Ennesima conferma sabato durante Napoli Catania

E-mailStampaPDF
Un colabrodo. E il diluvio di sabato lo ha dimostrato ancora una volta. Agli spettatori che già erano a conoscenza delle enormi problematiche da affrontare ogni volta che ci si reca allo stadio, ai giornalisti stranieri giunti a Napoli per raccontare le gesta della squadra. Curve e tribune inondate, bagni al limite dell’agibilità. Ogni volta è la stessa storia. In tribuna d’onore…

Leggi tutto…

Cavani al Psg?Leonardo ha incontrato i suoi agenti

E-mailStampaPDF
Le grandi d’Europa fanno sul serio per Cavani. La clausola di rescissione potrebbe essere esercitata da un top club europeo per strappare “el Matador” dalle mani del Napoli.Secondo l’edizione odierna di  Tuttosport Il direttore sportivo del club francese, Leonardo, ha avuto in questi giorni un colloquio con i manager di Edinson Cavani Anelluccie Triulzi: l’ex Milan e Inter ha…

Leggi tutto…

Christian Maggio contro la Lazio vuol riprendersi la sua corsia

E-mailStampaPDF
Christian Maggio vuole riprendersi la corsia destra e non vede l’ora di tornare in campo.Le sue condizioni sono ottimali ma lo staff medico insiema a Mazzarri ha propeso per uno stop cautelativo.Inutile rischiare,ha saltato le due ultime partite.Ma vorrebbe esserci contro la Lazio,per dimostrare che è in forma e puo’ dare ancora tanto al Napoli.Mesto si è dimostrato un ottimo sostituto,ma a…

Leggi tutto…

Rolando innamorato di Napoli.Oggi si allena da solo a Castelvolturno

E-mailStampaPDF
Rolando innamorato di Napoli e del Napoli,è bastato vedere gli azzurri andare a segno per ben due volte contro il Catania in dieci minuti e il tifo dei cinquantamila del San Paolo.Oggi riposo in casa Napoli,ma Rolando stamattina si allena a Castelvolturno per cercare di ritrovare forma e condizione dopo sei mesi lontano dal campo,sei mesi sprecati.Rolando vuol entrare nel cuore dei tifosi…

Leggi tutto…

Marek Hamsik Napoli la mia citta’.Voglio lo scudetto

E-mailStampaPDF
Marek Hamsik abita a due passi da Castelvolturno il rinnovo fino al 2016.A Napoli da sei anni fu acquistato dal Brescia nell’estate del 2007 per cinque milioni di euro da Piepaolo Marino.Ha la passione per i tatuaggi e quella per i capelli.  Cinquantotto reti in campionato,sei tra Europa league e Champions e tre in Coppa Italia.Duecentotre presenze in serie A ,ma anche nelle altre…

Leggi tutto…

Gigi Maifredi il Napoli puo’ vincere lo scudetto

E-mailStampaPDF
Gigi Maifredi:sono molto contento di vedere gli azzurri lottare per lo scudetto,il Napoli ci deve credere e lottare fino all’ultimo, grazie anche al lavoro di Mazzarri fatto in questi anni.Maifredi Allenò la Juve e affrontò il grande Napoli di Maradona, fu travolto 5-1 in Supercoppa al San Paolo. Gigi Maifredi, ora direttore tecnico del Brescia, rivede con piacere il ritorno degli azzurri…

Leggi tutto…

Calvarese non all’altezza di Napoli Catania

E-mailStampaPDF
 L’inesperto Gianpaolo Calvarese per Napoli – Catania

Calvarese di Teramo ha offerto una prestazione arbitrale poco brillante. Pronti via e al 1’ contatto Cannavaro-Bergessio in area partenopea. L’arbitro ben posizionato valuta per primo il fallo dell’argentino. Ok. Al 3’ Grava ferma in modo energico Gomez. Calvarese prontamente richiama. Al 5’ però, Behrami entra in ritardo su…

Leggi tutto…

Napoli Catania le pagelle

E-mailStampaPDF
De Santis:Impiega gran parte del tempo a riscaldarsi dal freddo e dalla pioggia. Poi comincia a guadagnarsi la pagnotta a metà primo tempo con un tuffo-show con cui colpisce di testa ed evita guai più seri alla retrogardia azzurra. Nella ripresa tanta ansia ma il Catania non crea mai seri pericoli alla sua porta.