Domenica a Napoli Il Museo del sottosuolo e la vita quotidiana a Napoli durante la seconda guerra mondiale

0

Una particolare “mattinata culturale”, quella proposta, per domenica 10 febbraio, dall’Associazione Culturale Terramia-Assodipendenti, mirante a conoscere, attraverso uno straordinario e suggestivo percorso storico-sociale, aspetti della vita quotidiana e delle proprie radici storiche. Il Museo del Sottosuolo è il frutto di un intenso lavoro fatto da speleologi. Il percorso partirà da una mostra fotografica in 3D “Earth’s open heart” (Terra a Cuore Aperto) per proseguire verso la cavità, nata come acquedotto dell’antica Neapolis e poi adattata a ricovero. Un modo originale per ammirare, non solo le capacità tecniche della realizzazione delle prime cave di tufo, ma altresì per vivere alcuni dei momenti salienti di una Napoli assediata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Cisterne che hanno salvato molte vite e che furono allestite a cavallo degli anni ’40 per accogliere la popolazione nel momento più orribile del Novecento. L’appuntamento è alle ore 10,00: presso l’uscita metropolitana Cavour, linea 2. Alle ore 10,30, inzierà l’attività didattico – escursionistica della durata di un’ora e trenta minuti circa. E’ richiesto un contributo organizzativo scientifico di 9 euro comprensivo di biglietto d’ingresso al museo del sottosuolo Riduzioni sono previste per minori di eta’ non superiore ai 16 anni gratuiti se accompagnati da n. 2 adulti .- Le prenotazioni si effettuano ai seguenti recapiti: a)Tel. 08119463799 b) Cell. 3481149648; 3386702541